29/11/2020

SAN MARTINO DI VENEZZE

Ecco le condizioni di accesso ai parchi pubblici

Le spiega il sindaco Piasentini per richiamare i propri concittadini al senso di responsabilità e di prudenza

La provincia dice 'no' alle trivellazioni, possono "causare terremoti"

Vinicio Piasentini, sindaco di San Martino di Venezze

SAN MARTINO DI VENEZZE - “Importante: disposizioni per l’accesso alle aree verdi e di gioco del territorio”. Comincia così la comunicazione con la quale il sindaco di San Martino di Venezze, Vinicio Piasentini, ha voluto richiamare i propri concittadini al senso di responsabilità e di prudenza, indicando le modalità corrette di fruizione dei parchi del paese.

“L’accesso ai parchi, - spiega infatti l’annuncio del Comune - ai giardini pubblici e alle aree gioco è consentito solo alle seguenti condizioni: obbligo di accompagnamento di bambini e adolescenti di età compresa tra 0 e 17 anni da parte di un genitore o di un altro adulto responsabile; obbligo di indossare la mascherina che copra bocca e naso ed evitare assembramenti”. Poi, la spiegazione delle motivazioni che hanno indotto a prendere questa decisione e a ribadire alcune norme di prudenza generale che, visto il periodo, è importante osservare.

“Il Dpcm del 18 ottobre 2020 - annuncia infatti il Comune - ha introdotto nuove disposizioni per il contenimento della diffusione del contagio da Virus Covid 19. Le disposizioni per l’accesso alle aree verdi sono comprese nell’Allegato A al Dpcm che disciplina, tra l’altro, la regolamentazione delle aperture di parchi, giardini pubblici e aree gioco e le modalità di frequentazione da parte dei minori”.

“L’obiettivo principale delle disposizioni è di garantire a bambini ed adolescenti la possibilità di esercitare il diritto alla socialità e al gioco in modo sicuro e nel rispetto dei protocolli contenenti le misure di sicurezza e tutela della salute di tutta la comunità”.

“Il sindaco del Comune di San Martino di Venezze, concordando sulle finalità di queste norme - annuncia da parte sua il primo cittadino - ritiene opportuna una interpretazione rigorosa e stringente delle disposizioni”.

“Recentemente abbiamo assistito alla ripartenza delle scuole in sicurezza, con precise disposizioni per il distanziamento, l’utilizzo delle mascherine e procedure per la salvaguardia dei nostri ragazzi. Si ritiene pertanto più che logico e coerente adottare gli stessi parametri di salvaguardia della sicurezza anche per le attività e la socialità dei ragazzi e lo svago pomeridiano, un diritto per la crescita individuale e il rapporto con gli altri, ma che deve svolgersi nel rispetto di regole per la tutela degli stessi minori e delle persone più fragili che possono essere a contatto con loro”.

“E’ importante - chiude il sindaco Piasentini - in questa delicata fase della emergenza, non vanificare i rigorosi sforzi compiuti nell’organizzare in sicurezza il ritorno sui banchi in presenza, con comportamenti di senso contrario al di fuori della scuola. Si confida che questa scelta possa essere condivisa quale sforzo di tutta la comunità per superare insieme l’emergenza e tornare al più presto alla normalità”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette