22/10/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

"A breve un nuovo tampone auto somministrato"

Annuncia il presidente della Regione: "Sviluppo utile in tutti i campi, soprattutto nella scuola"

"Tamponi a sorpresa e a campione? Non è escluso"

Tamponi per il coronavirus

VENETO - Una grande innovazione, in termini di diagnostica, alle porte, in Veneto e in Polesine. La ha annunciata il presidente della Regione Luca Zaia, nel consueto appuntamento per aggiornare sull'andamento dell'emergenza sanitaria in Regione. Un bollettino che, al di là del numero di nuovi positivi, fornisce una fotografia della situazione assolutamente non allarmante (LEGGI ARTICOLO). A breve potrebbe essere attivo un nuovo tampone, la cui specificità starà nella possibilità di essere auto somministrato. In parole povere, sarà possibile farselo da soli, o, nel caso di bimbi, di farlo fare a personale non medico.

Uno sviluppo utile in tutti i campi, ma che potrebbe esserlo particolarmente nella scuola, come ha tenuto a precisare il presidente della Regione. Agevolerà, infatti, in maniera evidente le procedure, evitando di dovere, ogni volta, mobilitare il personale sanitario. Questo, in particolare, è determinante in quelle realtà, come nelle classi scolastiche, nelle quali, appena scoperto un positivo, si pone la necessità di testare immediatamente la situazione delle altre persone che condividono i medesimi spazi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette