27/10/2020

ASM SET ROVIGO

3mila euro alla Caritas: il dono dell'azienda di gas ed energia

Ha donato 2 euro per ogni cliente che è passato all'invio elettronico delle fatture, anziché cartaceo

ROVIGO - Scegliere l’invio elettronico della bolletta è un piccolo gesto che ha permesso di dare un aiuto concreto a chi ha più bisogno. Grazie a una campagna durata da metà maggio a fine luglio ASM SET per ogni cliente che ha scelto, su invito dell’azienda, l’invio delle fatture per posta elettronica anziché cartacee ha donato 2 euro a favore della Caritas.

Grazie al progetto “Insieme per Caritas”, lanciato dal Gruppo Hera, di cui ASM SET fa parte, e sviluppato in tutti i territori in cui le società del gruppo sono operative, le richieste di attivazione della bolletta inviata per posta elettronica, sono state trasformate in pasti da destinare alle Caritas di Veneto, Emilia- Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Lombardia e Puglia.

A fronte di oltre 1.300 richieste di attivazione dell’invio telematico delle fatture la presidente di ASM SET Manuela Nissotti ha consegnato oggi 2794 euro a Don Piero Mandruzzato, direttore di Caritas diocesana di Adria e Rovigo. Tale cifra sarà impegnata da Caritas per garantire l’operatività in piena sicurezza della mensa dei Frati Cappuccini di Rovigo.

“Come ASM SET – spiega la presidente Manuela Nissotti – siamo molto felici dei risultati ottenuti con questa iniziativa che vede l’azienda ancora una volta impegnata in ambito sociale, fornendo un sostegno concreto a quello che è un servizio fondamentale per la nostra città. Inoltre l’operazione Insieme per Caritas offre anche un vantaggio ai clienti, poiché l’invio per e-mail assicura puntualità di consegna, e anche per l’ambiente, in termini di risparmio di carta ed emissioni in atmosfera per produrla e recapitarla”.

A nome della Caritas diocesana di Adria e Rovigo il direttore Don Piero Mandruzzato e Mauro Rossin hanno spiegato che il contributo di ASM SET è stato utilizzato per garantire la ripartenza, dopo lo stop forzato causa emergenza sanitaria, e l’operatività in piena sicurezza della mensa cittadina gestita dai Frati Cappuccini. Quindi non solo per l’acquisto di prodotti alimentari ma anche di guanti, mascherine, disinfettanti, vassoi monouso e altri presidi necessari per la sicurezza sia di operatori e volontari che dei fruitori. “Nel periodo di stop causato dall’emergenza sanitaria le persone bisognose che ogni giorno accedono alla mensa si sono trovate in difficoltà ancora maggiori e non è stato facile gestire quel momento. Siamo felici che questo servizio fondamentale per la città sia ripartito e che si possa operare in piena sicurezza pertanto ringraziamo ASM SET e tutti coloro che hanno permesso che ciò fosse possibile”.

Un ringraziamento ribadito dai Frati Cappuccini di Rovigo anche per conto di chi ogni giorno usufruisce del servizio mensa.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette