24/09/2020

ADRIA

Tanti progetti: sarà la città dei turisti e della vivibilità

Ecco i piani per la riqualificazione

Tanti progetti: sarà la città dei turisti e della vivibilità

L'assessore Marco Terrentin

ADRIA - Parte il piano  rigenerazione di Adria. A darne notizia l’assessore all’Urbanistica e Lavori Pubblici Marco Terrentin che sottolinea come la riqualificazione delle aree  dell’ex bar Magnolia, (situato all’incrocio tra piazza Bocchi e corso Mazzini), dell’edicola  di largo Mazzini, dell’ex pescheria, (situata tra lo storico quartiere popolare di Canareggio e corso Garibaldi), e dell’edicola già smantellata in Chieppara, rappresentino un’azione  di trasformazione urbanistica.

"Cambiamenti ai quali seguirà l’attuazione di una serie di progettualità, frutto di un lavoro di  sinergie tra amministratori, uffici comunali, realtà associative e cittadini che a vario titolo e  competenze diverse, renderanno possibile l’avvio di azioni mirate al miglioramento della città, sia esteticamente che in termini di fruibilità dei servizi per la comunità", spiega il sindaco Omar Barbierato.

Dal gruppo di lavoro della giunta civica infatti, verranno  valorizzati  8mila metri quadrati di area (situata in zona fronte centro Vidale) che si estende lungo l’argine sinistro del Canal Bianco, antico percorso del Po di Adria inserito nella Rete escursionistica veneta (Rev) e collegato a percorsi del Gal Polesine Delta del Po, con  l’Asta Fissero Tartaro Canal Bianco, e con il sistema delle Greenways. Una zona in cui, una parte della superficie destinati a parcheggio, verrà attrezzata per la sosta camper a ridosso del centro sportivo e in prossimità del Museo Archeologico di Adria.  

Un’area di interesse  archeologico per la quale il Comune ha già acquisito il parere della competente Soprintendenza Archeologica per il nulla osta alla realizzazione di servizi necessari per una piacevole sosta di chi sceglie una vacanza itinerante tra ambienti naturali e la bellezza della natura.  Infrastrutture destinate a valorizzare un turismo sostenibile e di accoglienza diffusa nel territorio, che saranno finanziati con fondi pubblici per un importo complessivo di 180mila euro, provenienti da un bando del Gal Delta Po e da Avepa.

Al via, anche il progetto di rigenerazione urbana "Lo stallo, Community Hub" che interesserà la zona della stazione dei treni,annuncia l’assessore Micheletti. "Nel contempo - prosegue - siamo partiti con il progetto di riqualificazione  del centro storico 'Adria bella' che consiste in una serie di azioni. La prima fase riguarda  l’eliminazione dell’erba lungo i marciapiedi e  i bordi delle strade. La seconda fase riguarderà la sterilizzazione dei piccioni".

"Alle azioni e opere pubbliche elencate – dichiarano all’unisono gli amministratori - ne seguiranno altre, già in fase di progettazione, che consentiranno di attuare altri cambiamenti strutturali,  in termini di nuovi servizi per la collettività e per lo sviluppo di un turismo sostenibile, favorito da una strategia intermodale per rendere Adria, porta del Delta tra natura, cultura, emozioni e sport".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette