10/07/2020

complimenti

Gaiba, il piccolo paese polesano diventa un esempio per gli altri!

E' entrato nell'elenco dei comuni virtuosi d'Italia. Ecco perché. La gioia del sindaco Nicola Zanca e i complimenti del collega di San Bellino Aldo D'Achille

Riaprono i parchi, ma non i giochi

GAIBA - Anche il Comune di Gaiba viene riconosciuto come Comune Virtuoso. L’Associazione Nazionale dei Comuni Virtuosi ha accettato, infatti, la candidatura del Comune di Gaiba facendolo di fatto entrare nella lista di quei 115 comuni italiani che si contraddistinguono per le buone pratiche promosse ed intraprese sul proprio territorio e degne di essere “copiate” sul territorio nazionale. Il Comune di Gaiba entra ufficialmente tra i comuni virtuosi d’Italia, con l’approvazione dello statuto dell’associazione durante il Consiglio Comunale che si è svolto giovedì 28.

Questo comune polesano ha dimostrato ed aver intrapreso e realizzato iniziative e progetti, durante il primo anno di una nuova amministrazione comunale, degne di essere riconosciute e dunque valorizzate e, perché no, poter essere di esempio per altri enti locali a livello nazionale. Si ricordano per l’appunto alcune delle iniziative intraprese durante questi mesi: dall’istituzione del registro civico dei volontari alle giornate ecologiche che hanno visto la partecipazione attiva anche del consiglio comunale; da un doposcuola ricco di attività tra cui equitazione, karate e tennis a cene e pranzi per raccolta fondi a favore di migliorie di luoghi o immobili comunali; da un ammodernamento dei canali istituzionali con l’attivazione di un nuovo sito web ed un’App per rendere le informazioni più fruibili, al lavoro incessante della associazioni del territorio per quanto riguarda i servizi alle persone in vari ambiti, all’adesione ad alcuni eventi tra cui Climathon, un evento in contemporanea mondiale sui cambiamenti climatici, l’apertura serale della biblioteca come spazio ricreativo per i ragazzi del luogo, fino alla promozione di alcuni workshop sul lavoro di squadra. Da ricordare anche le iniziative intraprese durante l’emergenza epidemiologica: “un fiore a distanza” per i defunti, il progetto “distanti ma vicini” di contatto telefonico a tutti gli anziani soli, il servizio bibliotecario a domicilio, ma anche senza escludere le attività già presenti da anni che hanno impreziosito la storia e la partecipazione locale come Gaibledon, l’attività di tennis su erba di fama internazionale ospitato al centro sportivo comunale.

La Giunta commenta: “Siamo orgogliosi di poter rientrare in questa rete amplificata di Enti locali del territorio nazionale e per questo ringraziamo l’Associazione Nazionale dei Comuni Virtuosi, il Presidente Marco Boschini e Aldo D’Achille, coordinatore per la Regione Veneto, per aver accettato la nostra candidatura. L’obiettivo del nostro programma politico ed amministrativo, come abbiamo sempre affermato durante il primo anno di amministrazione, è sicuramente creare le condizioni per sviluppare una nuova narrativa per il nostro paese e territorio attraverso la realizzazione di progetti di sviluppo sostenibile, il sostegno ad una nuova consapevolezza di una maggiore partecipazione attiva della cittadinanza ai progetti ed iniziative pensate ed in programma, nuovi stili di vita orientati alla sostenibilità, alla promozione e valorizzazione del territorio circostante e ad un’implementazione di servizi e buone pratiche utili ai cittadini. Sperando che tutto ciò che andremo a realizzare anche durante i prossimi anni di amministrazione possa essere condiviso anche da altri Enti locali d’Italia inseriti e dai quali noi, al contempo, potremmo riprodurre progetti ed iniziative che riteniamo utili per il nostro territorio”.

Il sindaco di San Bellino D’Achille, in qualità di coordinatore Veneto dell’associazione, afferma: “L’amministrazione di Gaiba non ha avuto timore di osare, ha amministrato evidenziando una visione tesa alla promozione e valorizzazione del territorio, cercando di unire ciò che si sogna con la vita reale dei suoi cittadini. I cittadini e i giovani coinvolti dall’amministrazione comunale hanno capito che si possono fare cose grandi anche in una piccola realtà comunale e l’energia che hanno saputo trasmettere con le loro iniziative è stata palpabile. L’associazione nazionale dei comuni virtuosi, che quest’anno festeggia i quindici anni dalla sua fondazione, farà da “megafono” a livello nazionale narrando le buone pratiche che il vivace comune di Gaiba saprà realizzare per promuovere il nostro Polesine anche fuori dai suoi confini!”

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette