02/06/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

"10 giorni dalla riapertura e non ci sono nuovi contagi"

La buona notizia: l'ha detto il presidente della Regione del Veneto

Zaia segue Fontana: "Chiudiamo tutto"

Il presidente della Regione Luca Zaia

VENETO - Il bollettino regionale sull'andamento del contagio in Veneto, analizzato dal presidente della Regione del Veneto Luca Zaia. 474912 tamponi, 11.919 in più rispetto alle 24 ore precedenti; 18.845 i positivi, 32 in più rispetto alle 24 ore precedenti; 4436 i casi di isolamento, 76 in meno; 685 i ricoverati; le persone in terapia intensiva sono 62; 3150 i dimessi, più 25 rispetto alle 24 ore precedenti: i morti in ospedale sono 1290, in totale 1743.

"Il trend si conferma in calo - ha detto Zaia - Sono diversi giorni, anche dall'apertura del 4 di maggio, che continua in questa maniera. Quindi, possiamo dire che le aperture non hanno portato a nuovi contagi, calano ricoveri e calano le persone nelle terapie intensive. Sono passati 10 giorni, dal 4 maggio, un periodo sufficiente per un primo giudizio e una prima valutazione".

"Questo non significa - prosegue il presidente della Regione - che sia finita, perché il virus è ancora in giro. Bisogna continuare a portare la mascherina e a stare attenti, ma non si deve avere paura di riaprire, con tutte le accortezze del caso. A 10 giorni dalla riapertura, non vediamo nuovi focolai".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette