26/05/2020

CORONAVIRUS IN VENETO

"La riapertura parte dalle mascherine"

Il bollettino della regione illustrato dal presidente Luca Zaia

Zaia per le aperture anticipate. Ma Conte e governo frenano

VENETO - I positivi accertati dall'inizio dell'emergenza sono stati 15935, i ricoverati sono 1448, 43 in meno rispetto a ieri, quelli in Terapia intensiva sono 184, 6 in meno della giornata precedente. E', tra l'altro, il secondo giorno consecutivo in cui, nei reparti di Terapia intensiva, i ricoverati non per coronavirus superano quelli per coronavirus. I dimessi sono 2089, i deceduti 918, 18 in più rispetto alle 24 ore precedenti. Sono i dati diffusi dal presidente della Regione Luca Zaia nel consueto appuntamento con la stampa e con la cittadinanza.

Il presidente ha quindi fatto il punto sul futuro immediato, dopo la videoconferenza tra i presidenti delle Regioni e il presidente del consiglio Giuseppe Conte, in vista della riapertura. "Ho ricordato - ha detto Zaia - che la mascherina è una condizioni imprescindibile. Basta pensare che i medici si sono infettati con una percentuale dell'1,3%, senza la possibilità di mantenere la distanza sociale, ma indossando la mascherina. La riapertura parte delle mascherine".

"Le imprese - ha proseguito il presidente - hanno tutta la possibilità di garantire queste misure, senza alcun problema. Sarà poi necessario che ci siano delle linee guida a livello nazionale, dal momento che il comitato scientifico sta elaborando delle indicazioni di questo tipo. La mia posizione è che se c'è il supporto scientifico è necessario riaprire, se è possibile mettere in sicurezza il cittadino: in Veneto da due settimane il trend è verso l'attenuazione degli effetti del contagio".

"Sui tempi speravo che qualche segnale potesse arrivare già prima del 4 maggio - ha proseguito il governatore - in caso contrario vorrà dire che la data ultima sarà evidentemente quella del 4 maggio". Una precisazione frutto anche del fatto che il presidente del consiglio pare molto cauto, sul fronte delle aperture anticipate. Al momento, quindi, l'unica data certa appare quella del 4 maggio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette

Un altro guarito si riammala
CORONAVIRUS IN POLESINE

Era guarito ma si riammala