27/11/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Cresce il contagio in Geriatria: sette nuovi casi tra gli operatori sanitari

Il bollettino polesano analizzato dal direttore generale dell'Ulss 5. Nuovi casi anche nella struttura di Fratta

Compostella: “Iniziativa per operatori e comunità”

Il direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella

ROVIGO - Andamento del contagio a livello regionale. Nelle ultime 24 ore, si sono registrati, a livello veneto 309 nuovi positivi (dato in netta diminuzione), mentre la riduzione dei ricoveri in reparti non critici parla di un calo pari a -37 persone, la riduzione dei ricoveri nelle Terapie intensive di un calo pari a -2 unità. Si conferma una riduzione dell'incremento del contagio.

Andamento del contagio a livello polesano. Non si registrano decessi nelle ultime 24 ore, dopo alcuni giorni particolarmente tristi, e pesanti. In tutto ci sono nove nuovi casi di positività. Sette sono legati al contagio di Geriatria in ospedale a Rovigo, sono 4 infermieri e tre Oss. In tutti i casi sono in isolamento domiciliare, lo erano già da tempo, da quando è emerso il focolaio, quindi non si tratta, di fatto, di una estensione del contagio, ma di casi sospetti già messi in isolamento da giorni, appena emerso il problema. Le altre due positività sono un medico donna del 1952 di Rovigo che lavora in ospedale fuori provincia, venuta in contatto col virus là, e il marito. Sono entrambi in isolamento domiciliare. " Questi dati - sottolinea il direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella - ribadiscono come le fonti di possibile contagio siano state ormai individuate e circoscritte e in buona misura il virus non sia più 'per strada'".

Situazione nelle case di riposo. E' terminato il primo giro di "screening", sia con test sierologici che con tamponi. Quindi, a oggi, sono state controllate tutte le strutture polesane. Per gli ospiti sono stati fatti 1914 test sierologici, dei quali 1880 negativi e 34 positivi, quindi, questi ultimi 34 da verificare col tampone. Il test sierologico, infatti, consente solo di individuare gli anticorpi al virus, che si possono, però, trovare sia in una persona che ha contratto il virus ed è guarita, sia una che abbia ancora la patologia in atto. Il tampone, invece, individua chi ha la patologia in atto. Per i tamponi già fatti, sono 737, i positivi sono i soliti: 4 anziani a Fratta e 34 disabili a Fratta Polesine, sempre alla Sacra Famiglia. Abbiamo quindi qualche nuova positività a Fratta, sempre però di asintomatici, legate al fatto che è difficile imporre una misura come l'isolamento a disabili psichici che interagiscono, si abbracciano, si spostano. Poi ci sono le tre positività rilevate nei giorni scorsi agli Istituti Polesani a Ficarolo, su ospiti disabili psichici, (due asintomatici in isolamento, uno ricoverato) e la anziana 95enne di Casa Serena a Rovigo ora spostata a Iras Rovigo, che continua a stare bene. Situazione del personale. Tutto il personale è stato sottoposto a tampone, in totale 2219. Ce ne sono 1121 negativi, 13 positivi e 1085 in attesa. Le positività sono 12 a Fratta Polesine e una a Villa Tamerici. Finito il primo giro, si ricomincia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette