29/05/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Rovigo, ecco come richiedere i buoni spesa

Le indicazioni dell'amministrazione comunale per domandare e ottenere i buoni spesa.

La spesa a Rovigo è la meno cara

ROVIGO - E' partito questa mattina il servizio “Buoni spesa”, con l'avvio del call center che raccoglie le domande. Possono accedere al servizio organizzato dal Comune, i nuclei familiari residenti a Rovigo, più esposti agli effetti economici derivanti dall'emergenza del virus Covid-19 e quelli in stato di bisogno.

E' possibile fare richiesta telefonando al n. 0425/206590, dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 13.30. Gli operatori assisteranno il richiedente nella compilazione di un'autodichiarazione. E' importante ed indispensabile avere al momento della telefonata, il numero di Codice fiscale e la carta d'identità.

Tra i criteri adottati per l'erogazione dei buoni:
- perdita o riduzione del lavoro a causa emergenza Covid-19,
- senza ammortizzatori sociali ovvero con ammortizzatori insufficienti in relazione al fabbisogno familiare;
- sospensione temporanea dell'attività con partita Iva, rientranti nei codici ATECO delle attività professionali, commerciali, produttive artigianali non consentite dal DPCM 22 marzo 2020;
- impossibilità di percepire reddito derivante da prestazioni occasionali, a causa dell'obbligo di permanenza domiciliare con sorveglianza sanitaria;
- non aver percepito redditi, contributi e sussidi di importo complessivo superiore a 700 euro.

Tutte le autodichiarazioni completate saranno valutate dal settore Servizi sociali che quantificherà il numero dei buoni da assegnare ad ogni richiesta.

La distribuzione dei buoni partirà la prossima settimana, a cura delle associazioni di volontariato.
I buoni spesa saranno utilizzabili per l'acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità, negli esercizi commerciali convenzionati.

Le richieste ricevute questa mattina, come informa l'assessore Luisa Cattozzo impegnata al call center insieme ai colleghi di Giunta Roberto Tovo ed Erika Alberghini, sono state circa 120, di cui per un centinaio è stata predisposta l'autocertificazione. Sei le postazioni attive oggi e anche la prossima settimana insieme agli operatori, si alterneranno gli assessori. L'iniziativa è coordinata dall'assessore al Welfare Mirella Zambello con la collaborazione dell'assessore all'associazionismo e volontariato Erika Alberghini.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette