06/04/2020

CORONAVIRUS

L'appello di Zaia: "Se non state a casa, avremo milioni di contagiati"

I decessi in Regione salgono a 29

Zaia. “Non aspetteremo il 2023”

Toni tanto forti, a oggi, dal presidente della Regione del Veneto Luca Zaia non erano mai stati utilizzati. Mercoledì 11 marzo, però, il governatore ha lanciato un appello durissimo e pesantissimo. "State a casa - ha detto - voglio vedere le strade vuote, le case vuote. Se non obbedite alle cautele, avremo a metà aprile due milioni di veneti contagiati. E saremo costretto a svuotare gli ospedali dei pazienti 'normali' per ospitare quelli contagiati da coronavirus"

Il bollettino della mattinata vede 1.023 persone positive, 262 ricoverate, 75 in terapia intensiva, mentre i decessi sono 29. "Questa non è una influenza - ha detto Zaia - non lo è. 29 decessi non sono normali, sono peggio di qualunque influenza. Se non cominciamo a rispettare le regole saremo tutti contagiati, a breve. Stiamo per entrare nel picco, dobbiamo fermare il ritmo di crescita dei contagi prima che si arrivi alla saturazione dei reparti di terapia intensiva".

"Restate a casa - ha detto il presidente della Regione - non fate i furbi, non fate gli eroi". Sulla possibilità di chiudere tutte le attività, Zaia è stato chiaro: "Se non cominceremo a rispettare le regole, sarà inevitabile farlo". Il concetto chiave - ha spiegato Zaia - è che il rischio vero, in questa fase, è il paziente positivo asintomatico, che non avverte nulla di anomalo e che, se continua a non rispettare le regole, rischia di contagiare gli altri.

Al momento le attività produttive rimangono aperte. Al momento, però, ha chiarito Zaia, non sono escluse in alcun modo strette, anche a breve, a seconda di come andranno i prossimi giorni. Il suo appello, molto chiaro, è quello di chiudersi in casa. Niente passeggiate, niente gite del fine settimana, nessuna uscita che non sia per attività assolutamente necessaria e inderogabile.

"Noi ne verremo fuori - ha detto il governatore - ma ne dobbiamo venire fuori con le ossa il meno rotte possibile".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette