06/04/2020

A 13

Terrore in autostrada, ubriaco 5 volte oltre il limite, contromano

Il romeno di 36 anni finisce denunciato a piede libero e scatta la maxi multa

Stroncato da malore, finisce contro il guard rail. Muore a 51 anni

Cinque volte ubriaco, contromano in autostrada. Questa la folle situazione provocata da un 36enne e risolta senza gravi conseguenze solo grazie al pronto intervento della polizia stradale di Rovigo, costretta anche a chiudere la A 13. E' accaduto il pomeriggio scorso, ed è stata proprio la pattuglia a incrociare, in corsia Sud, alle porte di Rovigo, la Punto grigia che procedeva contromano. Immediata la reazione del personale a bordo, che ha attivato i segnalatori d'emergenza, in primo luogo per evitare incidenti. 

In questo modo, i poliziotti rallentavano anche il traffico, in modo da evitare gravi conseguenze. Messa in sicurezza la circolazione, chiudendo di fatto l'autostrada per la durata dell'emergenza, sono riusciti a raggiungere la vettura contromano e a farla fermare in condizioni di sicurezza. Una operazione assolutamente non facile e dal buon esito non scontato, riuscita grazie alla grande esperienza e professionalità del personale operante.

Una volta proceduto all'identificazione del conducente, un romeno di 36 anni, residente in Toscana, è emerso come apparisse in condizioni di lucidità quasi nulla. La misurazione con l'etilometro avrebbe consentito di registrare un tasso alcolemico più che quintuplo rispetto alla soglia massima di legge. A quel punto, per lui è scattata la denuncia a piede libero, ma anche la maxi sanzione amministrativa nell'ordine dei 10mila euro. Gli accertamenti successivi avrebbero consentito di chiarire che aveva imboccato contromano il casello di Monselice.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette