17/05/2021

ALLARME SMOG

In città non si respira, confermata l'allerta gialla a Rovigo

Continuano gli sforamenti, livelli di pm10 altissimi

Smog oltre i limiti consentiti,  si avvicina il blocco del traffico

ROVIGO - Dopo il passaggio di una modesta perturbazione, da oggi la pressione sarà in aumento.

La situazione. Le condizioni meteorologiche di martedì e mercoledì hanno contribuito ad abbassare le concentrazioni di PM10, in alcune zone (Venezia, Verona, Mansuè, Adria), anche al di sotto del valore limite nella giornata di ieri, mercoledì 29 gennaio. In altre zone si sono registrati 8 giorni consecutivi di superamento del limite (Padova, Vicenza, Treviso, Legnago, San Bonifacio, Este).

Le previsioni. Almeno fino a venerdì 31, il tempo sarà stabile senza precipitazioni e con venti in prevalenza deboli, ad eccezione di una residua modesta ventilazione nord-orientale fino alle ore centrali di giovedì in prossimità della costa. Pertanto le condizioni meteorologiche risulteranno in prevalenza favorevoli al ristagno degli inquinanti.

Livelli di criticità. Per quanto riguarda i livelli di criticità, permane lo stato di allerta “arancione” nelle zone di Venezia, Treviso, Padova, Vicenza, Verona, Mansuè, Mirano, Adria, Rovigo, Badia Polesine, Este, Piove di Sacco, Legnago, San Bonifacio; è attivato, a partire da domani 31 gennaio, il livello “arancione” anche nelle zone di Castelfranco Veneto, San Donà di Piave, Cittadella.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette