31/03/2020

ROVIGO

Va in piscina e le rubano le scarpe. La denuncia dell'istruttrice

"Sono state comprate con tanti sacrifici, tenetevi anche la scatola"

"Scarpe comprate con tanto sacrificio, gliele hanno rubate in piscina"

ROVIGO - "Le scarpe di Nina...potrebbe essere il titolo di una favola per bambini, peccato che non c'è niente di favoloso e tantomeno il lieto fine", comincia così il racconto di una istruttrice della piscina di Rovigo che denuncia un bruttissimo, vergognoso furto ai danni di una bambina.

"Nina è una bambina, che in passato è stata mia allieva. Nina queste scarpe le ha aspettate parecchio, perché voleva proprio queste...costose, si certo, ma i commenti che ho sentito, giudizi e critiche sulla scelta di un acquisto così 'importante' per una bambina e poi ancora 'come si fa a metterle per andare in piscina e lasciarle incustodite?', sono fastidiosi come l'orticaria. Chi conosce queste scarpe, sa quanto costano, ma erano le sue scarpe, i suoi soldi e le ha attese, aspettate e finalmente avute con i suoi risparmi e i sacrifici della mamma, e se dico solo mamma, un tristissimo motivo c'è. Ma a parte tutto, se chi le ha prese è un'altra ragazzina, in qualche modo può essere comprensibile, un errore per invidia o avidità, un'occasione invitante a portata di mano, per scarpe simili...ma se le indossa, non se ne accorge nessuno? come le giustifica?. L'altra possibilità, è che siano state rubate da una persona adulta, e credo che in questo caso non ci sia nessuna giustificazione, ma solo tanta vergogna".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette

Clamoroso: scoperta una pizzeria aperta. Arriva la denuncia
CORONAVIRUS IN POLESINE

Pizzeria aperta nonostante i divieti