21/10/2020

SALE CINEMATOGRAFICHE

Anche il Comune pensa al cinema in centro

Il vicesindaco Roberto Tovo: “Sono allo studio progetti per iniziative complementari alle proposte dei privati”

Teatro Cinema Duomo 4

Teatro Cinema Duomo

ROVIGO - Anche l’amministrazione non nasconde di essere intenta a realizzare “progetti complementari alle iniziative dei privati”. Così commenta l’assessore alla cultura e vicesindaco, Roberto Tovo sul tema del cinema in centro. Non nasconde neppure di essere in contatto con alcuni privati per la gestione di “spazi cinema” in città ma preferisce non svelare i nomi degli interlocutori. Anche perché, a quanto pare, per il momento si tratta solo di incontri informali.

Uno è noto. Notorious, infatti, si sarebbe offerto di gestire anche una sala nel centro storico ed ha aperto i contatti non solo con l’amministrazione, ma anche con le sale già esistenti come Don Bosco e Teatro Duomo. Ma non è l’unico. C’è anche il mitico Odeon, per il quale ancora si attende di scoprire la volontà o meno di riprovarci. Pare che i proprietari siano ancora in attesa di una linea di finanziamento ministeriale. Si attende.

E poi c’è il Cinecolonne che ha avuto il merito di regalare una sala alla città quando non ce n’era neppure una attiva (parliamo di cinema commerciale) che nel salutare, alla chiusura della sala, aveva promesso: “Sentirete ancora parlare di noi”.

Poi c’è l’Arci, che da tempo regala una programmazione da cineforum e rassegne cinematografiche.

Ma, forse, l’amministrazione è in cerca di qualcosa di diverso ancora. O, almeno, ci pensa. D'altronde il cinema in centro era uno dei punti cardine del programma elettorale della civica del sindaco Gaffeo. Sicuramente, lo assicura il vicesindaco, sarà qualcosa di complementare alle “iniziative dei privati”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette