20/09/2020

ADRIA

"Csa, tutto da rifare"

Secondo Giorgia Furlanetto e Massimo Barbujani la nomina del cda che dovrebbe insediarsi questa sera sarebbe illegale

"Csa, tutto da rifare"

ADRIA - Sarebbe illegittimo il cda della Casa di riposo che si riunisce per la prima volta questa sera, lunedì 27 gennaio, per la nomina di presidente e vice e iniziare il suo percorso amministrativo. Il clamoroso colpo di scena arriva dalle dichiarazioni dei consiglieri comunali Massimo Barbujani (Bobosindaco) e Giorgia Furlanetto (Fratelli d’Italia) che in mattinata hanno convocato una conferenza stampa per chiedere “al sindaco Omar Barbierato di fermarsi, ravvedersi e rifare l’iter corretto”.

Secondo i due consiglieri di minoranza “Barbierato non ha rispettato la normativa che la sua stessa maggioranza civica ha deciso, perché la delibera che stabilisce i criteri delle nomine risale a poco più di un anno fa, esattamente il 27 ottobre 2018. Quella delibera – proseguono Barbujani e Furlanetto – prevede in maniera chiara che l’amministrazione comunale provveda a rendere pubblici attraverso il sito web del comune i curricula dei candidati, quindi prima che avvenga la nomina, questo per rispondere a quella esigenza più generale di trasparenza che i civici tanto sbandierano a parole ma poi non mettono in pratica”.

Ecco perché chiedono che “Barbierato rifaccia l’iter di nomina affinché quello che si insedia stasera non prosegua nell’illegittimità”. I due consiglieri al momento non anticipano che cosa intendano fare qualora il sindaco non faccia marcia indietro, anche “perché non vediamo il motivo per cui Barbierato e la sua maggioranza civica debbano persistere su questa strada dell’illegittimità”. Tuttavia il tono e la determinazione mostrate da Barbujani e Furlanetto in conferenza stampa lasciano trasparire chiaramente che non intendono fermarsi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette