19/09/2020

IL CASO

Il sindaco di Fiesso scrive a Mattarella e alla Rai: "Via il trapper Cally da Sanremo"

Sonia Bianchini interviene a gamba tesa nella polemica relativa alla presenza al Festival di Junior Cally

"Vergogna, anche una canzone può uccidere"

Il cantante Junior Cally col presentatore Amadeus

FIESSO UMBERTIANO - L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Sonia Bianchini interviene a gamba tesa nella polemica relativa alla presenza al Festival di Junior Cally.

Il sindaco, infatti, ha preso carta e penna e ha scritto al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ai presidenti delle Camere, al governatore del Veneto e a presidente e direttore generale della Rai, per esprimere tutto il proprio sdegno.

"Vi chiediamo di mantenere la funzione educativa della musica e di non permettere che figure, come Amadeus e Cally offendano pesantemente le donne e trasformino le alte forme artistiche musicali in veicoli di denigrazione. La Rai, il Festival di Sanremo, dovrebbero essere mezzi di diffusione di comportamenti ben diversi da questi", si legge nella missiva.

"Confidiamo in un vostro unanime intervento affinché Amadeus chieda scusa a tutte le donne che ha insultato e che Cally venga estromesso da quella che è sempre stata una delle competizioni canore più importanti del nostro paese”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette