17/06/2021

PALAZZO DI GIUSTIZIA

"Non è meglio dire la verità anziché arrampicarsi sugli specchi?"

La Lista Menon attacca duramente il primo cittadino Gaffeo sulla questione tribunale

66150

Silvia Menon

ROVIGO - "Se il sindaco pensa che accetteremo passivamente di fare le comparse alla sua recita si sbaglia di grosso. La mozione contro il carcere minorile a Rovigo è una sceneggiata per far credere alla città di aver fatto tutto il possibile per evitare il trasferimento del carcere minorile di Treviso. Il sindaco Gaffeo è stato eletto il 9 giugno, sapeva del progetto dell’amministrazione penitenziaria e dei soldi che già erano stati spesi. Al limite avrebbe dovuto far votare questa mozione a giugno 2019 - sarebbe passata all’unanimità - e poi se la sarebbe dovuta portare a Roma già dal primo viaggio che ha fatto".

"Quante volte ha parlato con il dipartimento di amministrazione penitenziaria? Cos’hanno detto? Si è capito se ci sono margini perché tornino indietro? Sono passati 7 mesi e il consiglio comunale non è mai stato informato di nulla. Discutere oggi una mozione contro il carcere minorile, dopo che sappiamo tutti che a Roma il sindaco ha già parlato del cosiddetto Piano B (cioè del trasferimento all’ex ospedale Maddalena) ha tutta l’aria di una presa in giro, di una mossa per salvarsi la faccia nei confronti dei cittadini e dell’Ordine degli avvocati. Capiamo il suo imbarazzo. In campagna elettorale aveva detto che il tribunale deve rimanere in centro. Ma da quando lo sai caro sindaco che non ti sarà possibile mantenere la promessa? Non è meglio dire la verità anziché arrampicarsi sugli specchi? Il sindaco sa di non poterci smentire quando diciamo che sono passati 7 mesi da quando ci ha garantito un consiglio comunale sul tema del tribunale, altrimenti l’avremmo chiesto come opposizione ed in 20 giorni sarebbe stato fissato. Anche in questo caso la sua parola non è stata
mantenuta. Ed è proprio per questo, che è ora di dire basta alle prese in giro anche se fatte in maniera pacata nello stile del sindaco. Comportarsi così è mancare di rispetto al consiglio comunale ed alla città. Non posso pensare che qualcuno nella maggioranza voglia credere allo stratagemma della mozione fuori tempo massimo e dopo varie trasferte a Roma, probabilmente ci saranno altre ragioni per far finta di niente, non si può essere così ingenui".

"Non ci sono forze politiche contrarie all’espansione del tribunale negli spazi dell’ex carcere ma, se la giunta precedente ha dormito sonni profondi, questa giunta sta facendo un altro grave errore, quello di tenere all’oscuro il consiglio di come si sta muovendo. Il sindaco venga in aula e ci racconti la verità sui viaggi a Roma, dica che ha parlato dell’ex ospedale Maddalena. Abbia il coraggio di raccontare alla città cosa fa quando va in trasferta a parlare a nome dell’Ente che rappresenta perché se pensa che il consiglio sia disposto a reggergli il gioco quando è in difficoltà ha capito male. E stavolta chiedo a tutti i consiglieri di opposizione e maggioranza proprio in virtù del ruolo che assumono di pretendere rispetto e unirsi a noi nella richiesta di trattazione in consiglio comunale".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette