19/06/2021

VILLADOSE

Continua l'incubo: chiodi anche in via Liona

Un nuovo episodio che si aggiunge a quello degli scorsi giorni. Ma la vicenda va avanti da sei anni

Altra via cosparsa di chiodi e ostaggio del pazzo

Uno dei chiodi ritrovati in via Liona

VILLADOSE - Puntuale, dopo un periodo di "sonno", il pazzo è tornato e con lui l'incubo che dal 2013 tiene in scacco una città intera. La prima semina di chiodi a quattro punte, chiamati "cambre" era arrivata in via Umberto I, nei giorni scorsi, nella serata di venerdì 17 gennaio un altro episodio, questa volta nella centrale via Liona. La follia, quindi, invece di fermarsi, prosegue e peggiora. Se, per anni, il "teatro" delle imprese del demente è stata soprattutto via Zennaro, nell'ultimo anno episodi simili, ammesso che siano attribuibili alla stessa mano, sono stati segnalati anche in vie differenti.

Di sicuro, c'è qualcuno che deve avere, o deve pensare di avere, un motivo molto importante per darsi tutto questo daffare. I piccoli ordigni con i quali cosparge l'asfalto di vie a grande traffico, infatti, non sono in commercio, ma fabbricati artigianalmente. Il primo ritrovamento venne segnalato nel 2013 e, immediatamente, la polizia locale di Villadose trasmise la notizia in Procura. Da quel momento, periodicamente, si è assistito alle semine di chiodi.

Spesso hanno anche provocato danni agli automezzi in transito. Un esito quasi scontato, dal momento che le cambre sono costruite proprio per questo, con angoli, tra le diverse punte, orientati per fare in modo che, a prescindere dalla maniera in cui cadano sull'asfalto, almeno una sia sempre puntata verso l'alto, pronta ad offendere. Ci sono stati anni di indagini, ci sono anche stati sospetti, ma nulla di concreto abbastanza per stroncare questo fenomeno.

Quando ancora il fenomeno interessava principalmente via Zennaro, molti automobilisti si difendevano evitando di percorrerla. Ora, però, anche anche questa certezza, per quanto minima, è venuta meno, la situazione appare ancora peggiore.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette