19/06/2021

ARIANO NEL POLESINE

Villa Pavanini, due persone sarebbero state avvistate poco prima del rogo

Un elemento importante che potrebbe dare una svolta alle indagini

Villa devastata dalle fiamme: "Dentro c'erano due sconosciuti"

ARIANO NEL POLESINE - Un elemento importante, veicolato dai social, che potrebbe essere di interesse investigativo, nelle indagini aperte sul rogo che, mercoledì pomeriggio, ha divorato villa Pavanini, storica dimora di via San Francesco. Ad Ariano Nel Polesine, frazione di Rivà. Proprio sui social, infatti, una persona ha assicurato di essere passata di fronte all'edificio verso le 16, ossia poco prima che il rogo divampasse, e di avere visto distintamente due persone introdursi lì. I proprietari si sono velocemente consultati e hanno chiarito che nessuno di loro, o loro familiari, era in zona. Da qui il sospetto che ci possa essere un collegamento tra l'incendio e queste due presente.

Del resto, l'ipotesi del rogo si era fatta immediatamente strada, quando era risultato chiaro, ai vigili del fuoco, come nella struttura, oggetto di lavori, non vi fossero impianti attivi o dispositivi che possano avere generato una scintilla o un cortocircuito e, quindi, innescato le fiamme. Non ci sono ancora certezze, dal momento che il provvedimento di sequestro è scattato unicamente nella mattinata di giovedì, ma le indagini sono in corso.

Intanto, si conferma che il bilancio dei danni è pesantissimo. Parte del tetto ha ceduto ed è crollata, così come parte dei pavimenti dei piani superiori. I muri in alcuni punti hanno subito danni ingenti e si sono crepati, restando pericolanti. Una sistemazione appare estremamente costosa.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette