26/09/2020

VIGILI DEL FUOCO

Le fiamme avvolgono la villa storica

Villa Pavanini è andata in fiamme e al momento non si hanno certezze sulla natura del rogo

ARIANO NEL POLESINE - Paura nel cuore di Ariano nel Polesine. Villa Pavanini è andata in fiamme e al momento non si hanno certezze sulla natura del rogo. Nel pomeriggio di mercoledì 15 gennaio la maestosa villa, nel cui giardino in questi anni è stata organizzata la “Festa della birra” ha preso fuoco. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, le forze dell’ordine e il sindaco Luisa Beltrame.

La villa è di proprietà di Claudia Mantovani, una maestra che insegna alla scuola di Rivà, che ha due figli. L’aveva acquistata suo marito, Michele Bolzoni, morto tanti anni fa. Michele, insieme al fratello Ottorino, era il titolare della concessionaria di automobili Mercedes di Rovigo. Il padre di Claudia, Vitaliano Mantovani, era il macellaio del paese. Claudia aveva fatto ristrutturare il tetto della villa per metterla in sicurezza. Ma dentro alla struttura non ci sono impianti e nemmeno circuiti elettrici. Ecco perché si potrebbe pensare che l’incendio possa essere doloso.

Ad Ariano tutti i cittadini sono rimasti sorpresi dall’accaduto. Alcuni sono accorsi a vedere cosa sia successo. “Non ci posso credere che abbia preso fuoco – commenta un uomo -. Se dentro non c’era nulla, mi chiedo come mai sia accaduto. Inoltre non c’è nemmeno brutto tempo da indurre a qualcosa del genere”. “Da sempre vivo qui e villa Pavanini per noi anziani è un riferimento – dice una donna -. Ci sono legami con il territorio che sono come affetti e vedere questa struttura in fiamme mi piange il cuore”.

Una volta spente le fiamme, la struttura è stata posta sotto sequestro, alla luce dei sospetti di dolo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette