20/06/2021

ADRIA

Per gli alunni di Bottrighe arriva il pulmino

Ad annunciarlo il primo cittadino che assicura che la battaglia per le medie di Bottrighe proseguirà

ADRIA - Gli alunni di Bottrighe che frequenteranno le classi prima e seconda media nel prossimo anno scolastico 2020/21 potranno usufruire in andata e ritorno dello scuolabus messo a disposizione dal comune di Adria per raggiungere la media Marino Marin.

L’annuncio è stato dato questa mattina, venerdì 10 gennaio, dal sindaco Omar Barbierato in una conferenza stampa a Palazzo Tassoni affiancato dalla consigliera Oriana Trombin, che ha preso la delega della scuola lasciata libera da Graziella Bovolenta, quindi dalla dirigente Eva Di Mattia. Il costo per le casse comunali si aggira sui 12mila più Iva, da cui va detratta la somma che sarà incassata dal ticket che pagheranno le famiglie in base alle condizioni reddituali Isee, in ogni caso per un massimo di 40 euro mensili.

L’aggravio per il comune consiste solo nel viaggio di ritorno, perché già ora lo scuolabus raccoglie i bambini di Mazzorno Sinistro e Cavanella Po per portarli alla primaria di Bottrighe, quindi oggi rientra ad Adria vuoto. Dal prossimo anno, lo scuolabus raccoglierà i bambini di prima e seconda per accompagnarli alla media Marin, avendo un solo punto di fermata. Tutto questo è stato accolto positivamente da un gruppo di famiglie con i figli interessati a questi classi, anche se non erano presenti famiglie che già ora mandano i propri figli alla media di Papozze. Al momento sono 16 i bambini per la futura classe prima e 10 per la seconda. Va ricordato che Bottrighe è unito ad Adria anche dal pullman di linea.

Nel frattempo l’amministrazione comunale sta preparando la risposta da dare alla Regione dopo aver negato la riapertura della media in paese, tuttavia visti i tempi ristretti con le iscrizioni già aperte, che chiuderanno a fine gennaio, la speranza di riaprire, per il prossimo anno, la media a Bottrighe è praticamente nulla. Tuttavia Barbierato non si arrende: “Non vogliamo togliere a una comunità le legittime aspettative di sviluppo e autodeterminazione”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette