20/06/2021

POLIZIA

Incredibile: ragazzine si prendono a "bidonate" in faccia. Una in ospedale

Avrebbero litigato per un ragazzo. Una delle sue è finita in ospedale con un trauma cranico

35658

Una volante della Polizia

ROVIGO - I residenti in zona non avevano mai visto due giovani donne affrontarsi con una furia simile, in strada. Schiaffi, pugni, calci, dolorosissime prese per i capelli e una cattiveria impressionante, tanto che una delle due ha schiantato un bidone dei rifiuti in faccia alla rivale, mandandola dritta in ospedale.

Una vicenda che, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe avuto luogo nella mattinata del giorno dell’Epifania, in Commenda, non lontano dall’ex ospedale Maddalena, in via Benvenuto Tisi da Garofolo. La storia, però, non ha nulla a che vedere con senzatetto o stranieri come, a lungo, ne sono stati segnalati in zona, anche tra le mura del vecchio sanatorio abbandonato. Le due ragazze al centro di quanto accaduto sarebbero, infatti, rodigine, italianissime.

La lite sarebbe cominciata tra una delle due giovani, sui 20 anni, e il compagno. Motivo della discussione, la gelosia, come detto. Questa discussione, già piuttosto animata, sarebbe poi degenerata all’arrivo di un’altra ragazza che, evidentemente, costituiva il motivo degli attriti trai i fidanzati.

A questo punto, le due giovani avrebbero cominciato a vedersela tra di loro, lasciando in disparte il maschio e affrontandosi apertamente. E non in senso metaforico: pugni, schiaffi, prese ai capelli. Uno scontro fisico violento e senza esclusione di colpi. Qualcuno, impressionato dalla violenza cui stava assistendo, ha chiesto l’intervento della polizia. Per fortuna che lo ha fatto, dal momento che la situazione stava degenerando.

A un certo punto, infatti, una delle due avrebbe preso un bidone dei rifiuti da un negozio vicino, un manufatto in plastica dura, e lo avrebbe letteralmente spaccato in faccia alla “rivale”. Proprio in quel momento, provvidenzialmente, è arrivata la Volante della questura, che ha bloccato e identificato le due, cercando di chiarire l’accaduto, ma dando, chiaramente, priorità al soccorso alla giovane che aveva ricevuto il più duro tra i colpi scambiati.

E’ arrivato anche il Suem e per lei si è reso necessario il trasporto in ospedale, dove il personale del pronto soccorso le ha diagnosticato un trauma cranico, con alcuni giorni di prognosi. Nulla di grave, per fortuna. Un referto che non rende necessario, dal punto di vista di eventuali conseguenze penali, procedere d’ufficio. Starà, quindi, ora alle due ragazze valutare se presentare querela l’una nei confronti dell’altra, come è loro facoltà, oppure decidere di chiudere questo brutto episodio e passare oltre.

La polizia, comunque, da parte sua, con il suo intervento ha cercato di ricostruire, per quanto possibile fare nell’immediatezza, l’accaduto, ponendo alcuni punti fermi che, in caso di querele reciproche, costituiscono una base di partenza. Una vicenda che ha scosso le persone che risiedono nel quartiere, rimaste impressionate dalla foga e dalla rabbia con la quale le due giovani, come detto entrambe sui 20 anni, si sono scambiate anche pugni, prima di venire separate dalle forze dell’ordine.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette