17/05/2021

BOARA POLESINE

Brusavecia e rabbia: "Festa rovinata dall'ordinanza"

Epifania amara nella frazione

BOARA POLESINE - Brusavecia e festa anche a Boara Polesine. Come da tradizione sull’argine dell’Adige nel pomeriggio di oggi 6 gennaio è stata bruciata la pira di legna con sopra il fantoccio della Befana, culmine del pomeriggio di animazione e festa organizzato nella frazione a nord di Rovigo.

Ma non sono mancate affatto le polemiche a causa dei limiti imposti dall’ordinanza del Comune alle misure del Brusavecia, paletti decisi per limitare le emissioni di anidride carbonica e quindi l’inquinamento.

“Assurdo - ha tuonato una volontaria dell’organizzazione - a noi è stato imposto il limite dei due metri per la catasta di legna, ma a poche decine di metri da qua, oltre l’Adige il Brusavecia è stato allestito come sempre. Capisco che Boara Pisani è un Comune diverso da Rovigo, ma le emissioni sono identiche e non si fermano certo sull’argine dell’Adige. Non era meglio cercare uniformità?” E ancora: “Avevano preparato molta legna per il falò, ora dovremo sostenere le spese per lo smaltimento”. Insomma smog e polemiche non si sono fermate nemmeno nel giorno della vecchietta.

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette