20/06/2021

TASSINA

"Bisogna intervenire, a rischio la salute"

Antonio Rossini, consigliere comunale di minoranza, chiede un intervento urgente dell'amministrazione sulla questione rifiuti

Rossini: "Basta immondizia fuori dai cassonetti"

ROVIGO - Antonio Rossini, consigliere comunale di minoranza di Rovigo, denuncia la grave situazione dei rifiuti a Rovigo e nelle frazioni.

"Nelle frazioni, in particolare quelle di Buso, Mardimago, Sant'Apollinare, Borsea, e nei quartieri della Tassina, Commenda e di  San Pio X, nel centro storico e nella zona industriale, la situazione si è aggravata e le immondizie non vengono completamente prelevate in quanto quelle lasciate all’esterno dei cassonetti continuano a sostare per più giorni insieme a sporcizie varie, elettrodomestici fuori uso, masserizie, divani, armadi, materiale edile, detriti" segnala Rossini, riferendosi, come ultimo "avvistamento" all'area ecologica di via Cime di Lavaredo in Tassina.

"In merito alla situazione di degrado delle condizioni igienico-sanitarie nei pressi delle isole ecologiche, si ravvisa la necessità di emanare precise indicazioni ad Ecoambiente, a tutela dell'igiene e la salute pubblica su tutto il territorio comunale - prosegue Rossini - al fine di giungere ad una rapida e decisiva soluzione della problematica tenuto conto che tale insalubre situazione potrebbe contribuire al diffondersi di malattie e di ratti".

Il consigliere di minoranza chiede all'amministrazione comunale, attraverso un'interpellanza, "se si intenda attivare immediatamente Ecoambiente affinché in via Cime di Lavaredo quartiere Tassina  venga immediatamente eseguita una radicale pulizia dei rifiuti abbandonati ed emanare una nuova ordinanza sul divieto di abbandono dei rifiuti nella quale devono  esser previste pene più severe di quelle già indicate nel regolamento  vigente e punizioni esemplari per chi viene trovato ad abbandonare rifiuti, spesso di notte nelle tenebre come un ladro". Inoltre Rossini chiede alla giunta comunale se possa indicare a Ecoambiente di "migliorare e aumentare il controllo dei cassonetti, di riorganizzare il servizio di verifica quotidiano con degli operatori del settore che circolano per le vie della città e  segnalano i rifiuti non raccolti dal camion della spazzatura, in quanto al di fuori dei contenitori, di aumentare i cassonetti in certe zone della città dove risultano palesemente in un numero insufficiente  tanto da non contenere tutta l'immondizia". "Infine, a tutela della igiene e sanità pubblica - conclude Rossini - la costituzione in Ecoambiente di un nucleo di pronto intervento che si rechi con solerzia sul posto indicato e provveda subito alla pulizia dell’area degradata e la raccolta  delle giacenze di rifiuti rimasti abbandonati a terra".
 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette