25/09/2020

POLIZIA

"Brutta gente e droga", il questore chiude il bar

Il provvedimento è arrivato a seguito di numerosi controlli e verifiche durati anche mesi intorno al bar di Rosolina

35658

ROSOLINA - Il questore di Rovigo ha chiuso un bar di Rosolina per sette giorni, con provvedimento scattato a seguito di controlli e indagini che avrebbero portato alla luce due ordini di problemi: il primo, il fatto che sia frequentato da pregiudicati o, comunque, persone con problemi con la giustizia, il secondo, il fatto che sia emerso, in alcune indagini, come luogo di contatto per lo spaccio di stupefacenti. Lo spiega la questura di Rovigo.

"In data odierna - spiega la nota stampa - il commissariato di Adria ha notificato il provvedimento del questore di Rovigo di sospensione dell'attività commerciale al titolare di un bar sito nel centro di Rosolina. Questa decisione, da parte dell'autorità provinciale di pubblica sicurezza, si è resa necessaria a causa dei ripetuti controlli effettuali da polizia e carabinieri all'interno del bar, dai quali è emersa, dal mese di maggio a quello di novembre, una costante frequentazione del medesimo da parte di soggetti pregiudicati o comunque con gravi precedenti penali".

"Non solo - prosegue la questura - I recenti arresti e denunce effettuati a Rosolina dalle forze dell'ordine per spaccio di sostanze stupefacenti, hanno fatto emergere un traffico di droga che veniva gestito da alcuni soggetti utilizzando proprio il bar in questione come base per l'illecita attività o comunque come luogo di compravendita di droga. Considerato dunque che il locale era un ritrovo per malavitosi e, quindi, un pericolo per l'ordine e la sicurezza pubblica, il questore di Rovigo ha deciso di sospenderne la licenza per sette giorni".

Non è la prima volta che, di recente, la questura sceglie la linea dura su questo fronte, sempre ai fini della prevenzione. "E' il terzo bar che il questore di Rovigo chiude nel giro di pochi mesi - prosegue la nota stampa - per ragioni di ordine e sicurezza pubblica, questa volta nel Comune di Rosolina. Gli altri due bar, dei quali il questore aveva sospeso l'attività, erano invece di Adria. Da sottolineare la puntuale risposta delle forze dell'ordine alle segnalazioni che provengono dal territorio. Gli accertamenti delle forze dell'ordine infatti sono iniziati proprio dalle lamentele dei cittadini residenti nelle varie zone. Le verifiche poste in essere da polizia e carabinieri, a volte durate anche mesi, hanno permesso, infatti, di potere assumere i provvedimenti adeguati alle diverse realtà locali".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette