24/09/2020

ADRIA

"Schiaffo a Bottrighe, prendetevela con Regione e Bobo"

Dopo il no alla proposta di riaprire la media, Alberto Bergo ricostruisce la vicenda

Bottrighe può dire addio alle medie

ADRIA - "La lista civica Ora Cambia giudica severamente il comportamento di chi, a livello regionale, ha ostacolato la riapertura della Scuola Media di Bottrighe". Lo dice il portavoce della Civica, Alberto Bergo, alla notizia della decisione della Regione di non accogliere la richiesta di riattivazione della scuola, pienamente sostenuta dal Comune di Adria (LEGGI ARTICOLO).

"Il percorso - prosegue Bergo . che, partendo dalla base, aveva trovato pieno appoggio e sostegno concreto dall’amministrazione Barbierato e dalla maggioranza civica di Adria, è stato interrotto a un passo dall’epilogo positivo, deludendo le aspettative dei genitori e dell’intera comunità bottrighese. E’ gravissimo che si ignorino le legittime aspirazioni di riappropriarci della nostra scuola quella che ci era stata scippata al tempo dell’amministrazione Barbujani. Il centrodestra allora aveva sacrificato Bottrighe a favore di Papozze, oggi abbiamo purtroppo la conferma che quella stessa parte politica persevera nella volontà di penalizzare le nostre famiglie e i nostri ragazzi".

"Il silenzio assordante e l’inerzia della quasi totalità delle forze politiche di minoranza locali (elette anche con i nostri voti) e il muro di gomma eretto da Lega, fratelli d’Italia, forza Italia, che insieme governano la Regione Veneto, ci hanno fatto capire chi non ha a cuore il futuro del nostro territorio e della nostra comunità. Avremmo preferito ringraziare tutti per il risultato ottenuto, ma mentre l’attuale sindaco di Adria ci è sempre stato vicino, la Giunta Regionale del Veneto ci ha voltato le spalle. In politica i nodi, prima o poi, vengono al pettine, e gli errori si pagano".

"Ricorderemo e faremo in modo da far ricordare ai bottrighesi questi comportamenti, quelli positivi e quelli negativi. La lista civica 'Ora Cambia' continua lottare per Bottrighe e riconoscendo alla maggioranza civica adriese la sincerità e la volontà fattiva di promuovere e valorizzare le potenzialità del paese, non può che constatare amaramente l’ipocrisia di chi, alla vigilia di ogni elezione, non risparmia promesse che poi regolarmente non mantiene".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette