23/09/2020

TAGLIO DI PO

Il presepe solidale che aiuta i bimbi

La meravigliosa iniziativa di Alice e Tiziano

TAGLIO DI PO - Un angolo di Taglio di Po in questi giorni è trasformato in una favola. Il giardino dell’abitazione di Tiziano Baratella e di Alice Sarto, di sera, è illuminato da tante luci che rappresentano la natività. Chi passa lungo via del Giubileo, nota tante luci colorate proprio davanti alla villetta. Attaccato al cancello un messaggio importante: “Team for children onlus”.

Infatti, lo spettacolo che domina il giardino è allestito proprio per rappresentare la nascita di Gesù e il Natale e ha lo scopo di raccogliere fondi da devolvere a questa associazione privata fondata a Padova nel 2009 da Chiara Girello Azzena, Tomas Dalla Torre e Jgor Barbazza.

L’associazione collabora con i medici del reparto di oncoemetologia pediatrica dell’ospedale di Padova, al quale fornisce materiale didattico, sostiene l’acquisto di materiale elettromedicale, finanzia contratti di lavoro di medici oncologici. Inoltre sostiene psicologicamente ed economicamente le famiglie dei bambini e dei ragazzi malati.

Quindi, Alice Sarto, che è la vera artefice della realizzazione della rappresentazione della natività nel suo giardino, ha deciso di metterla a disposizione per questa associazione. Così, chi visita il giardino, può lasciare una donazione.
L’entrata avviene attraverso un cancello, quello che normalmente si passa per accedere al giardino, poi si percorre una piccola strada di alberelli di Natale variopinti.

“Sono dei pali ricoperti di fili – racconta Alice - Di notte, quando sono illuminati, l’effetto è di vedere degli alberi di Natale. Nel mezzo del giardino ho creato tanti pacchetti regalo e 21 angeli che circondano il tutto. Sono loro che annunciano la natività, la nascita di Gesù”.

Sotto il portico della villetta c’è il presepe, creato con materiali particolari. “L’idea è nata dalla mia passione di fare i presepi – racconta - Infatti, l’anno scorso, li ho realizzati nella scuola Stella di Taglio di Po e nella chiesa di San Basilio. E proprio l’anno scorso ho messo le luminarie nel mio giardino. Il 7 gennaio, quando le ho levate, ho pensato che per questo Natale volevo realizzare la natività. Per cui in quei giorni di gennaio ho iniziato a creare le teste degli angeli. Poi ho sospeso il lavoro e l’ho ripreso tre mesi fa. Ho quindi terminato gli angeli che sono alti fino a due metri”

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette