04/04/2020

QUI PROVINCIA

"Con me, Palazzo Celio è diventata la casa di tutti"

Oggi il presidente della Provincia Dall'Ara ha tracciato il bilancio del 2019

ROVIGO - Si è volto stamani a Palazzo Celio il tradizionale incontro di fine anno con la stampa da parte del presidente Ivan Dall’Ara, per l’occasione assieme al direttore generale Maria Votta Gravina e alla dirigente Monica Zanforlin. Dall’Ara ha esordito dichiarando la sua soddisfazione per l’anno che si sta per chiudere, ringraziando e lodando il personale, sottolineando come gli spazi della sede siano stati aperti e messi a disposizione per una serie considerevole di eventi ed iniziative. Soddisfazione anche per i numeri di spettatori che ha raccolto l’ultima edizione di “Tra ville e giardini” e per la qualità dei servizi prodotti dal Sistema Bibliotecario Provinciale.

Il presidente ha poi fatto il punto sui settori di competenza dell’ente quali: la viabilità, con interventi significativi attraverso il contributo di due milioni di euro sino al 2033; la sistemazione di alcuni ponti, come in transpolesana; l’operazione in corso per avere il certificato dei vigili del fuoco su tutti gli oltre cinquanta istituti che sono in capo alla provincia ("E' il mio obbietti per il 2020"); l’arrivo al primo gennaio di un nuovo dirigente, l’ing. Carlo Gennaro, proveniente dal comune di Adria settore lavori pubblici, che va a colmare il vuoto che lascia per pensionamento l’attuale Vanni Bellonzi.

Dall’Ara ha poi parlato anche della riduzione di organico che vive l’ente, infatti nel corso del 2019 sono passati sotto la Regione del Veneto i settori della cultura, caccia e pesca, con la perdita di ulteriori 30 dipendenti. Il presidente, infine, ha anticipato che è in corso un monitoraggio dei quadri di proprietà della Provincia per poterli poi mettere negli spazi visibili del palazzo in modo da diventare una sorta di mostra permanente.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette