03/07/2020

SCUOLA EDILE

Giornata di festa per la consegna dei diplomi

E dopo gli attestati, il tradizionale brindisi di Natale ed un arrivederci al 2020

ROVIGO - E’ stata una giornata di festa quella di sabato 21 dicembre alla Scuola Edile di Rovigo, iniziata con il tradizionale incontro scuola famiglia si è conclusa con la consegna degli attestati del triennio conclusosi nel mese di giugno e la testimonianza di quattro ex allievi.

La consegna degli attestati era iniziata nella giornata di venerdì quando ai ragazzi dell’ITG “A. Bernini” e dell’IT “Viola Marchesini” sono stati consegnati gli attestati rispettivamente del corso “Addetti alla conduzione di escavatori, pale caricatrici e terne” (Art.37 e 73 c. 4 D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i. – Punto 6 dell’Accordo Stato Regioni del 22/02/2012) e Sicurezza base 16ore prima.

Sabato alla Presenza del Presidente Regionale ANCE Veneto Paolo Ghiotti e del Vicepresidente ASSISTEDIL Giorgio Roman, alla presenza dei familiari degli allievi del percorso triennale di Operatore edile ed Operatore termo idraulico sono stati consegnati gli attestati a quattro fra gli allievi dell’Anno Formativo 2018/2019 distintisi in modo particolare. Hannioui Alaa che si è aggiudicato la Borsa di studio erogata dai Maestri del Lavoro per il punteggio acquisito in sede d’esame Macovei Dimitri ed EL Sraidi Hamza che continuano gli studi con la frequenza del 4^ anno per tecnico Edile e Davide Miktiuki che ha iniziato il lavoro assunto presso l’impresa Paltanin di Rovigo

“E’ un immenso piacere premiare quattro ragazzi che si sono distinti presso la nostra scuola – ha detto il Presidente Regionale ANCE Paolo Ghiotti – segno che il percorso formativo seguito ha dato buoni frutti. Le imprese hanno bisogno oggi di nuova manodopera qualificata, che conosca i nuovi materiali e le tecnologie sempre più performanti dal punto di vista del consumo energetico. Ecco perché i due percorsi triennali devono andare a braccetto perché non è più pensabile che in cantiere si lavori a comparti stagni ma l’edile deve sapere quello che fa o farà l’installatore di impianti e viceversa. Ancora più importante la sinergia che grazie alla sensibilità della Dirigente, si sta creando con i futuri geometri che hanno avuto modo di “saggiare” sul campo le conoscenze del cantiere ed i macchinari che vengono utilizzati.”

“Il tutto sempre con una particolare attenzione alla sicurezza – ha detto il Vicepresidente Assistedil Giorgio Roman – materia di studio e di applicazione pratica nel triennio (non a caso ha ricordato che da noi si inizia sempre tutti insieme con 40 ore dedicate alla sicurezza) ed argomento di importantissimo quando si affronta l’esperienza in cantiere. Troppo spesso per fare presto si tende, soprattutto nelle piccole realtà a tralasciare gli aspetti legati alla sicurezza e le conseguenze che ne derivano sono spesso drammatiche. Per questo le parti sociali sono impegnate in un costante monitoraggio sulla sicurezza nei cantieri.”

La giornata si è conclusa con il tradizionale brindisi di natale ed un arrivederci al 2020.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette