19/09/2020

IL GIALLO

Samira avrebbe chiesto aiuto. "Diceva che il marito era geloso"

La donna avrebbe lamentato l'eccessiva gelosia del marito e espresso la volontà di lasciarlo agli assistenti sociali

Il vicesindaco su Samira: ”Ci aveva chiesto aiuto”

STANGHELLA - Samira, nel recente passato, avrebbe chiesto aiuto agli assistenti sociali del Comune di Stanghella, spiegando che stava meditando di lasciare il marito, ma che il passo non era semplice da compiere, non avendo redditi propri.

E’ un nuovo tassello che si va ad aggiungere al caso della 43enne marocchina, sposata con un connazionale e che ha avuto da lui una figlia, della quale non si hanno più notizie dallo scorso 21 ottobre.

Dopo che, a lungo, l’indagine sulla sparizione era stata aperta per sequestro di persona, la Procura di Rovigo ha modificato intestazione di reato, formulando le ipotesi di omicidio e occultamento di cadavere, per le quali risulterebbe indagato il marito della donna che, da parte sua, nega con decisione ogni addebito, ripetendo di essere profondamente innamorato della compagna di vita e di essere del tutto estraneo alla sua scomparsa.

Samira, appunto, avrebbe chiesto aiuto ai servizi sociali di Stangella, come spiegato dal vicesindaco e assessore competente. Avrebbe anche lamentato l’eccessiva gelosia del marito.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette