26/01/2022

RUGBY ROVIGO

Bersaglieri da scudetto in passerella

La presentazione della squadra rossoblù al Salone del Grano. Il presidente Zambelli carica la squadra.

13/10/2019 - 20:19

Fibrillazione alle stelle oggi, nel magnifico Salone del Grano, in piazza Garibaldi, a Rovigo, per l’attesissima presentazione ufficiale della Femi Cz Rugby Rovigo Delta per la stagione 2019-2020. Inizia così la nuova stagione con un’intera città a circondare d’affetto la squadra e la società, per un abbraccio di incoraggiamento. All’evento hanno partecipato le autorità del territorio, i partner della Femi Cz, gli appassionati e le società Monti Rugby Rovigo Junior, Junior Rugby Frassinelle, Rugby Villadose, Rugby Badia e la Franchigia Ftgi Polesine Under 18. Una domenica di festa per i tifosi che hanno potuto conoscere i rossoblù della stagione alle porte compreso il nuovo acquisto sudafricano Daniel Mienie, classe 1991, il nuovo pilone sinistro scelto per le sue caratteristiche tecniche. Mienie è stato da tempo individuato dalla Femi Cz come rinforzo. Si dovrà attendere fino ad inizio novembre invece per l’arrivo della seconda linea sudafricana Lubabalo Mtyanda, classe 1986, conosciuto come “Giant” (gigante) per le sue imponenti dimensioni fisiche: altezza 1,99 metri, per 131 chilogrammi con una carriera importante alle spalle. Con il suo arrivo la squadra potrà contare sulla presenza di 3 giocatori sudafricani nei primi 5. Il Rovigo celebra nel 2020 85 anni di rugby, un amore viscerale tra la città e la squadra che combatterà ad ogni match per un cam-pionato Top 12 che si profila davvero avvincente. L’atmosfera nel Salone del Grano oggi era quella dei grandi eventi: appassionati e tifosi si sono stretti attorno alla squadra di rugby Femi Cz Rugby Rovigo Delta nell’entusiasmo generale, protesi già all’avvio del campionato dei Bersaglieri. La squadra risulta completa, i ruoli coperti grazie alle scelte operate dal coach Casellato e dallo staff, con la volontà di conquistare ancora una volta la vetta della classifica. Quasi 85 anni sono trascorsi da quando nel 1935 i colori rossoblù hanno calcato i campi. Già alle 17.30 piazza Garibaldi era gremita di appassionati e tifosi con le squadre polesane giunte a dare appoggio alla squadra cittadina. Il presidente Francesco Zambelli, dopo aver ringraziato tutti i presenti, ha detto, facendo trasparire un po’ di emozione: “Sono due le grandi occasioni per cui si deve festeggiare il nostro amato rugby: la fine del campionato, se è stato vinto, e l’inizio della nuova stagione per incoraggiare i giocatori grandi e piccoli affinché ci facciano sognare e ci ripaghino della passione che riponiamo in loro. Umberto, il coach, mi ha assicurato di aver allestito una prima squadra in grado di avere la possibilità di vincere lo scudetto e io gli ho garantito il sostegno, anche a nome della società, dell’amministrazione comunale, della città e dei tifosi, che daremo per aiutarlo a raggiungere questo risultato: massimo obiettivo di vanto per il nostro territorio”. Nell’articolato e lungo discorso, il presidente Zambelli ha sottolineato il ruolo degli sponsor e dei sostenitori, dei tifosi, che hanno un ruolo findamentale economico e sportivo per la squadra. Zambelli ha poi aggiunto: “In questi anni abbiamo dato tanto, giocato sei finali, una sola vinta. Queste finali perse sono il mio grande dispiacere. Invito tutti i tifosi ad abbonarsi: 700 abbonamenti sarebbero già la nostra prima meta, forza Rovigo”. Il capitano della squadra Matteo Ferro, acclamato dal pubblico, ha detto: “L’anno prossimo dovrà pensare ad un posto più grande presidente, siamo sempre più numerosi! Scherzi a parte, ringrazio tutti, inizia il campionato e non vediamo l’ora di giocare la prima partita in casa, do il benvenuto ai nuovi ragazzi, il bentornato agli altri, buon divertimento e buona stagione a tutti”. Il coach Umberto Casellato: “Vi ringrazio tutti. Per noi è una cosa speciale giocare ogni sabato in questa città per i tifosi, con i nostri sponsor, che sono spesso con noi al campo, la società e i ragazzi: grazie a tutti”. L’evento, a cui hanno partecipato autorità civili, sportive e militari, si è concluso in piazza Vittorio per un aperitivo per incontrare da vicino la squadra”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette