05/04/2020

LA MOBILITAZIONE

"Noi non lasceremo soli i compagni curdi"

"Noi non lasceremo soli i compagni curdi"
Dobbiamo rispondere subito e con la più larga mobilitazione all'attacco della Turchia nel nord della Siria. Con un tweet Erdogan ha annunciato l'invasione del Rojava e delle aree liberate dal controllo dell'Isis da parte delle forze combattenti curde e dalle Fds. Spalla a spalla con le forze speciali turche partecipano migliaia di jihadisti delle milizie filo Al Qaida e filo Isis, che hanno sempre avuto appoggio da parte del regime islamo-fascista di Erdogan. Anche l'Isis sconfitto rialza la testa lanciando attacchi alle basi curde in diverse località tra cui Raqqa. La difesa del Confederalismo democratico curdo è non solo un dovere ma anche un compito storico di tutte le forze coerentemente democratiche in Europa e nel Medioriente. Il Confederalismo democratico curdo è il cuore pulsante del conflitto tra un futuro di pace e libertà e la nuova barbarie che avanza. La Turchia, con le sue politiche di aggressione, il suo disegno di espansione territoriale e la sua alleanza con le milizie jihadiste, è una grave minaccia per la pace in Medioriente e per la stessa Europa. Non lasceremo soli i compagni curdi che lavorano per costruire una società che combatte lo sfruttamento, il patriarcato e ogni forma di settarismo religioso e nazionale!

PRC del Veneto

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette