28/10/2021

BADIA POLESINE

"ZTL e piano traffico: operazione fallita"

Il Partito Democratico interviene su due temi scottanti e sollecita l'amministrazione a prendere provvedimenti

"ZTL e piano traffico: operazione fallita"

30/08/2019 - 17:30

BADIA POLESINE - "Ancora una volta dobbiamo prendere atto che a Badia qualcosa continua a non funzionare. Specie nella situazione di gestione dell’area ZTL e del traffico cittadino" così il PD di Badia Polesine in un comunicato stampa. "La ZTL è una nota dolente ogni volta che se ne parla, per qualsiasi Comune del nostro Paese, e Badia non fa sconti. Non vogliamo certo discutere sulla opportunità o meno della sua presenza, sulla regolazione delle fasce orarie o sui giorni di attività in quanto servirebbe uno sforzo comune di tutti gli attori coinvolti per creare una strategia di rilancio del centro storico cittadino (la cui dimensione sappiamo essere ben più estesa fino a toccare le dimenticate via Roma, via Degli Estensi e via Pinzon). Però è evidente che la strategia del pilomat è ampiamente superata. Sia per una mancanza di rispetto da parte di sciagurati personaggi (o burloni) che tendono puntualmente a distruggere l’unica barriera esistente che separa la piazza dalle vie circostanti, sia perché una barriera che scatta assieme ad un semaforo, senza varchi videosorvegliati e con una strada di accesso al centro completamente libera (come via Danieli a lato del Teatro Sociale) garantisce, anche in presenza di Ztl attiva, una presenza notturna di veicoli posizionati su entrambi i lati della strada a prosecuzione di quel consumo “mordi e fuggi” a cui la città assiste anche durante il giorno con veicoli parcheggiati sul lato sinistro della piazza in palese (e diremmo pure tollerato) divieto di sosta" continua. "L’introduzione permanente, su entrambi i punti di accesso della piazza, di varchi elettronici videosorvegliati può garantire un controllo più efficace, la possibilità di sanzionare i trasgressori e una spesa di manutenzione molto più contenuta rispetto al continuo aggiustamento dei pilomat. Come se non bastasse, a fronte di un divieto di transito del traffico pesante sulle nostre preziose e fragili riviere dell’Adigetto, così tanto decantato dalla nostra Amministrazione come vera rivoluzione nelle politiche della viabilità, lo stesso divieto non viene minimamente rispettato dai veicoli pesanti ben consapevoli che tanto i controlli non vengono effettuati, perché l’Amministrazione colpevolmente non da ordini in tal senso. Se davvero vogliamo mettere a frutto il recente acquisto della stazione mobile, utile nell’attività del corpo della nostra Polizia Municipale, bisognerebbe anche che l’Amministrazione avesse una benché minima idea di come poterlo sfruttare appieno (oltre che per fare la consueta foto di rito per la stampa)". E conclude: "Insomma, per rimanere in tema di viabilità, l’Amministrazione viaggia a fari pienamente spenti (se non anche rotti) e dovrebbe urgentemente mettere mano ad un piano del traffico molto datato e che fatica a rispondere alle esigenze attuali dei cittadini e ad una nuova strategia che possa garantire una reale esistenza di una ZTL concreta e seriamente tutelata".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette