19/05/2022

INCIDENTE

Centauro muore dopo aver lottato per sei giorni

L'incidente è avvenuto domenica scorsa, dopo un'operazione chirurgica molto delicata, Giampietro era in coma farmacologico

Centauro muore dopo aver lottato per sei giorni

24/08/2019 - 14:26

ARIANO POLESINE - Giampietro Favorido, 44 anni, centauro coinvolto in un incidente avvenuto domenica scorsa, nel Ferrarese, non ce l'ha fatta. È mancato venerdì pomeriggio, all'ospedale maggiore di Bologna dove era ricoverato da sei giorni. La settimana scorsa, assieme alla compagna, si trovava sulla Ss 309 Romea in direzione San Marino, l'ultima gita fuori porta prima di ricominciare a lavorare. Verso le 11,30 si trovavano all'altezza dell’Abbazia di Pomposa di Codigoro, in località Lovara. Qui è avvenuto lo scontro. Una Fiat Punto, nel senso opposto, ha tentato di effettuare un sorpasso, ha invaso la corsia opposta e ha investito la moto. Da subito la situazione è apparsa drammatica per i centuari a causa dell'imponente emorragia subìta. Giampietro è stato elitrsportato all'ospedale di Bologna, mentre la compagna è stata portata a Cesena. A Bologna i medici, nel tentativo di salvargli la vita, l'hanno sottoposto a un complicato intervento chirurgico. Gli sono stati amputati la gamba sinistra e l'avambraccio sinistro. Successivamente è stato posto in coma farmacologico, da cui non si è più risvegliato. Giampietro era molto conosciuto e amato. Era un operaio specializzato per un'azienda metalmeccanica, amava molto la bicicletta e le escursioni in montagna. Era perfettamente integrato nella comunità e faceva anche parte del gruppo di Protezione civile ed era uno dei volontari più attivi del museo paesano Gesta dedicato alla Grande Guerra. Oltre alla compagna, lascia i genitori, una sorella più grande e due nipoti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0