29/01/2022

VENEZIA

"Arrivano centocinquanta migranti, Zaia lo sapeva?"

Ruzzante, Bartelle e Guarda commentano un accordo tra Ministero dell’interno e Regione

"Arrivano centocinquanta migranti, Zaia lo sapeva?"

17/07/2019 - 07:00

VENEZIA - “Apprendiamo da un comunicato stampa diramato dalla Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia in data 21.06.2019 che in forza di un accordo siglato con il Ministero dell’Interno gli irregolari presenti sul territorio regionale saranno ricollocati. Inoltre, secondo notizie più recentemente diffuse dalla stampa locale, circa un centinaio di questi saranno accolti in Veneto”. Così i Consiglieri Regionali Piero Ruzzante (Liberi e Uguali), Patrizia Bartelle (Italia in Comune) e Cristina Guarda (lista AMP) che aggiungono “eppure sinora la Lega ha continuato a ripeterci che nessun migrante sarebbe stato accolto in Veneto. Ora, fermo restando che noi siamo per accogliere sempre e comunque chi si trova in difficoltà, ci chiediamo il perché di questo cambio di rotta e per questo abbiamo depositato una interrogazione per sapere se la Giunta regionale sia a conoscenza dei contenuti di tale accordo” “In ogni caso se emergerà che il governo veneto sapeva di questo accordo allora ciò proverebbe che a parole la Lega in Veneto afferma ‘zero migranti’ ma poi, in concreto, farebbe diversamente. A questo punto per una questione di trasparenza vorremmo sapere quanti e dove saranno collocati" continuano i consiglieri. E concludono: “Se, invece, dovesse emergere che la Lega non sapeva dell’accordo e che si tratta di una misura calata dall’alto dal Ministero dell’Interno (e quindi da Salvini) allora bisognerà interrogarsi su cosa intenda Zaia per autonomia dato che, in tale ipotesi, il governo avrebbe preso accordi con un’altra regione governata dalla Lega sulla testa del Veneto”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette