19/05/2022

IN BICI

FIAB Rovigo propone un weekend risorgimentale

Un doppio appuntamento dedicato alla storia pensando all’attualità, a Lendinara e a Solferino e San Martino

06/06/2019 - 08:30

ROVIGO - Per il prossimo fine settimana, FIAB Federazione Italiana Ambiente e Bici di Rovigo (Amici della bici) propone un gemellaggio tra località che sono entrate nella Storia per  personaggi, vicende e fatti indelebili e fondamentali del nostro Risorgimento. Si comincia sabato pomeriggio 8 giugno con la ciclo-escursione a Lendinara, città natale del patriota Alberto Mario, a cui Giosuè Carducci ha dedicato un toccante epitaffio. La visita al Museo del Risorgimento allestito a Palazzo Boldrin, dove ha sede la Cittadella della Cultura con la sua preziosa Biblioteca, introdurrà al ruolo che Alberto Mario e Lendinara hanno avuto nella storia nazionale. Nella storia entra di diritto Jessie White, compagna di Alberto, una delle prime infermiere della Croce Rossa, fondata da Henry Dunant dopo le sanguinose battaglie risorgimentali. L’occasione darà l’opportunità di conoscere ulteriormente la città di Lendinara, con la visita al Giardino storico di Ca’ Dolfin-Marchiori, dimora cinquecentesca dei Dolfin arricchita di un magnifico parco ottocentesco ad opera di Giuseppe Jappelli, commissionato dalla famiglia Marchiori che pure ebbe contatti con Garibaldi, che venne ospitato nella villa. Un ideale collegamento ciclo-storico-culturale continua domenica 9 giugno con l’uscita a Solferino e San Martino della Battaglia, dove si è svolta una delle più cruente battaglie risorgimentali, la Seconda Guerra d’Indipendenza, evento ricordato come il primo passo verso l’unità d’Italia e che ha causato centinaia di migliaia di morti. Per questa ciclo-escursione è stato pensato un percorso ad anello attorno alle colline moreniche del Garda, per ammirare uno splendido paesaggio. Un territorio che si estende tra la sponda meridionale del lago alla pianura mantovana, una serie di dolci colline, piccoli specchi d’acqua sorgiva tra boschi e vigneti. Luoghi antichissimi, modellati durante le ultime glaciazioni, dove i successivi insediamenti umani, nel tempo, hanno preso la forma di piccoli borghi, castelli e palazzi storici che li hanno reso affascinanti e che ben si prestano al cicloturismo. La giornata sarà scandita da un percorso guidato e da visite a siti e a musei di interesse storico legati al tema risorgimentale, raggiungendo  Pozzolengo e Castellaro Lagusello per concludere l’itinerario. Per entrambe le uscite FIAB ha coinvolto le amministrazioni comunali in una sorta di gemellaggio di carattere storico-culturale che si traduce, secondo la “filosofia” FIAB, in relazioni per la reciproca conoscenza e la valorizzazione delle rispettive  peculiarità. Sia a Lendinara che a Soflerino così come a San Martino, il gruppo FIAB Rovigo sarà accolto da rappresentanti dell’amministrazione, che hanno da subito accolto con favore l’iniziativa e hanno dato la disponibilità per la buona riuscita dell’evento. Ecco quindi tutti i presupposti per una interessante due-giorni per le proposte di visitazione e escursionistiche ma, soprattutto, per il tema storico e l’attuale momento politico di estrema difficoltà e divisione. Ricordare fatti storici come quelli che si andranno a visitare farà riflettere su chi, a costo della vita, ha combattuto per l’unità del nostro paese. Informazioni: per l’uscita di sabato a Lendinara il percorso è di circa 30 km, in parte su sterrato; il contributo, comprensivo di assicurazione e ingresso al Giardino, è di euro 4 per soci FIAB, di 8 per i non soci. Ritrovo e iscrizione in loco alle ore 14 presso Pane&Caffè in piazza Garibaldi a Rovigo, partenza ore 14,15. Per l’escursione a Solferino e San Martino: ritrovo in piazza Cervi a Rovigo alle ore 6,45 per carico bici, partenza alle ore 7. Contributo di euro 38  per soci FIAB e volontari CROCE ROSSA, 45 per i non soci (comprensivo di assicurazione, trasporto e visite guidate).   Percorso di *circa 50 km in gran parte su asfalto. Pranzo al sacco.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0