22/05/2022

CASTELNOVO BARIANO

Le Fiabe di Margherita aiutano l'autrice ad affrontare la malattia

La Benati racconta: "Il mondo del fantastico mi aiutò molto a superare quel periodo"

Le Fiabe di Margherita aiutano l'autrice ad affrontare la malattia

20/03/2019 - 09:36

CASTELNOVO BARIANO - Margherita Benati, castelnovese doc, ha insegnato per lungo tempo alle elementari. Da sempre ha amato leggere e scrivere e per lei la letteratura ha significato un insostituibile complemento per l'attività didattica. "Mi hanno sempre affascinato - afferma - i racconti fantastici di origine popolare e di tradizione orale, in cui il meraviglioso e il magico hanno una parte predominante e di cui siano protagonisti, indistintamente, uomini, animali, oggetti magici. Mio figlio Davide, adesso 27enne, nel 2001 era terrorizzato dai fantasmi ed allora, per tranquillizzarlo, scrissi di getto la prima fiaba, Fiocchi fantasma. Mi accorsi solo allora che mi veniva facile volare con la fantasia in mondi fiabeschi e positivi, essendo agevole mettere nero su bianco le mie impressioni. Da allora non ho più smesso". Nel 2002 Margherita Benati scrive Le sorelle Biribò, nel 2003 Tre rondini sotto l'ombrellino, nel 2007 La casetta in cielo, tutti racconti brevi. "Nel 2007 - ricorda - fui colpita da una grave e lunga malattia per cui fui costretta ad abbandonare per sempre l'insegnamento, una grande tragedia per me. La mia famiglia mi fu molto vicina ma anche il mondo delle fiabe, il mio mondo, mi aiutò assai a superare quel tragico periodo, tanto che nel 2010 scrissi Il giardino di Azzurrino. Nel 2012 conobbi il giovane editore Andrea Tralli, titolare della Panda Edizioni: gli sottoposi le mie fiabe e i miei racconti, ci confrontammo tanto che nacque l'idea di un libro, un'antologia della mia produzione. Devo ringraziare Andrea Tralli per aver creduto in me". Nel 2014 esce il primo libro, Fiocchi fantasma e altre meraviglie, l'opera, di facile e piacevole lettura, in una pratica veste tipografica, è stata inserita in un vasto circuito commerciale, presente su Facebook e Amazon come e-book, è stata presentata in biblioteche varie, facendosi pure apprezzare nelle scuole. Nel 2018, sempre per Panda Bimbi, ecco Le Buonanottedifiaba, brevi racconti ispirati alla campagna e al Po altopolesani dove l'autrice vive da sempre: il mondo incontaminato del fanciullino alla Pascoli, gli insetti, le rondini, le libellule, le lucciole, l'amarcord della civiltà contadina tra realtà e sogno, una natura ricca di acqua, di animali, di tanto verde, di cieli azzurri, senza il saccheggio ambientale e l'inquinamento mortale. "Libero e nuovo è questo mio modo di raccontare, che rincorre la natura e il mondo delle piccole cose, le farfalle e le lucciole, le stelle e la luna; nei boschi e nei prati, tra i campi e il fiume, si svolgono le immagini semplici e chiare, che animano i giorni e le notti, come suggeriscono le mie emozioni". In questo marzo 2019 Le nuove Buonanottedifiaba, la continuazione del volume precedente, "le mie emozioni, il mio sentire, ciò verso l'infinita bellezza delle storie senza tempo... L'unica via che sento di ritenere valida quella di riuscire a raccontare nuove fiabe onde trasmettere ai lettori le sensazioni, i sentimenti, gli stati d'animo provati per le opere d'arte in parole". "Sto preparando - conclude l'autrice castelnovese - il terzo volume di Buonanottedifiaba, oltre a uno di narrativa, racconto lungo intitolato Il paese delle case curiose. Questo il titolo del racconto iniziale del primo Fiocchi fantasma e altre meraviglie, in una veste nuova, approfondita, un libro, un solo narrare. Le mie fiabe le faccio leggere in anteprima a molti amici in Facebook, la loro solidarietà e apprezzamento mi incoraggiano a continuare e a pubblicare".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0