25/10/2021

SICUREZZA EVENTI ROVIGO

Sagre nel rispetto delle norme? Si possono fare eccome

Sagre nel rispetto delle norme? Si possono fare eccome

26/08/2018 - 14:21

Più volte in questi giorni ho potuto sfogliare pagine di giornali dove ammiravo sagre della salsiccia da una parte, fiere de vino da altre. Feste dei patroni più disparati e divertimenti di ogni tipo assicurati.  Tra le righe non sono riuscito a fare a meno di sottolineare ogni volta una forte polemica verso le normative che "ogni anno sono più pesanti" e contro la burocrazia ormai "pesante è assillante" tanto che ogni organizzatore sarebbe costretto a fare carte false per poter arrivare ad avere autorizzazioni allo svolgimento della propria manifestazione.  Per esperienza personale (ho seguito alcune sagre e alcune manifestazioni per lavoro) devo purtroppo dissentire.  La normativa incriminata sarebbe quella che regola le sagre, fiere, giostre, spettacoli viaggianti, insomma....il tanto famoso pubblico spettacolo. Una attività di pubblico spettacolo è sottoposta al regime autorizzativo previsto negli articoli 68 e 80 del Tulps , con rilascio di licenza/autorizzazione da parte del Comune competente. Il Tulps (per quelli meno addentro alla materia Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza) nasce da un Regio decreto del 18/06/1931 n. 773. Certamente in seguito completato e aggiornato, ma ha radici molto lontane. L’attività di pubblico spettacolo è inoltre regolamentata da disposizioni del Ministero dell’Interno (D.M. 19/08/96 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio dei locali di intrattenimento e di pubblico spettacolo" da circolari, pareri e quesiti ecc., nonché da regolamenti locali (Comunali, Suap ecc.). Tale regolamentazione si è modificata ed “adattata” nel tempo seguendo la articolazione e l’evoluzione della offerta di spettacolo. Come al solito quindi non si può che concludere che siamo in Italia.   Le normative studiate, nate, sviluppate e aggiornate, sono molto spesso disattese. Certamente si fa molto prima ad organizzare una manifestazione senza burocrazia e senza un minimo di rispetto della normativa (se partecipate a sagre, fiere sono sicuro che tutti potrete accorgervi di cosa non va e cosa non è a "favore di legge") e quindi appaiono feste organizzate in posti assurdi, con allestimenti altrettanto improvvisati e davvero rocamboleschi che fanno apparire notizie sul giornale del tipo la festa al Molinetto della Croda di Refrontolo con l’esondazione del torrente Lierza, o come bombole che saltano improvvisamente in aria... Non concluderò facendo troppa pubblicità al lavoro fatto e ai risultati positivi ottenuti, ma una parola va giustamente spesa: quest’anno ci abbiamo provato! A Villadose per la sagra di San Bortolo avevamo la sagra "Viadose in Festa" organizzato dall’associazione Crg, l'Expo Motor Day organizzato da Fiocco Sport, una grossa lotteria della Protezione Civile, le Giostre organizzate dall’amministrazione Comunale e alcune piccole serate musicali o teatrali. A fine lavoro - duro per tutti - due parole ci hanno gratificato e ci hanno fatto tornare il sorriso: parere favorevole. Due parole dette dalla commissione di vigilanza che ha decretato di fatto l’inizio di tutto.  La squadra di lavoro è stata davvero ottima e posso solo ringraziarla, ma devo assolutamente dire, ad onor del vero, che è possibile rispettare le normative, è possibile confrontarsi con i tecnici che devono farle rispettare, è possibile divertirsi e anche tanto, rispettando le normative che ci impongono per...stare tranquilli.  Ebbene sì, il fine di queste norme è proprio quello, riuscire a realizzare manifestazioni e fiere dove le persone possano divertirsi mangiando, ballando e cantando, ma facendo il tutto nella sicurezza, nella tranquillità e senza rischiare di farsi del male.  E pensate, qualche volta, che per farvi divertire ci sono state persone e ci sono persone che hanno cercato e cercano di fare in modo che tutto fii liscio. Buone sagre!

Alessandro Picelli

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette