Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

CALCIO PRIMA CATEGORIA

Scardovari e Union Vis, si accendono i motori

Via alla preparazione anche per le ambiziose polesane

Scardovari e Union Vis, si accendono i motori
ROVIGO - C'è chi è reduce da un fallimento cocente, chi invece da una marcia trionfale. Ma ora si riparte da zero, a caccia di ambiziosi traguardi. È partita la preparazione anche per Scardovari e Union Vis, campionato di Prima categoria. Le due squadre si sono radunate lunedì nei rispettivi e gloriosi stadi, il 'De Bei' della frazione portotollese e il 'Perolari' di Lendinara.

Scardovari, imperativo riscatto. Ai Pescatori di mister Fabrizio Zuccarin lo scorso amaro finale di stagione ancora non è andato giù. Lo Scardovari, a 90' dalla fine, aveva un piede e mezzo in Promozione, ma la sconfitta interna contro il Maserà vanificò tutto, prestando il fianco al sorpasso del Legnaro. Per non parlare della finale playoff, quando avanti di due gol contro il Monselice Passarella e compagni si fecero prima agganciare e poi superare ai supplementari. Quest'anno la musica deve cambiare. La società del presidente Stefano Pandora e del direttore generale Mauro Pezzolato ha portato avanti un mercato estivo mirato, nel tentativo di rafforzare la solidità della rosa, uno dei punti deboli della passata stagione.

Alla forte ossatura targata 2017-18 (se ne sono andati solo Socciarelli, a Loreo, e Dainese, a Rovigo) si sono aggiunti tre perni per reparto: il difensore Andrea Moretto, ex Clodiense in Serie D, il centrocampista Andrea Marandella, acquistato dal Mesola e Niccolò Pianta, ex Pontecorr. Alla luce dello squadrone che Zuccarin avrà ancora per le mani, lo Scardovari partirà in pole position nella griglia delle pretendenti al trono. L'esordio dei Pescatori avrà luogo sabato 18 contro il Papozze, mentre giovedì 23 ci sarà il consueto triangolare dedicato alla memoria di Umberto Cavallari, cui parteciperanno anche Delta e Polesine Camerini.

Questa la rosa dello Scardovari 2018-19. Portieri: Luca Passarella, Nico Addario. Difensori: Alex Vidali, Andrea Moretto, Enrico Turolla, Alessandro Tugnolo, Andrea Crepaldi, Angelo Boscolo. Centrocampisti: Andrea Marandella, Nazzareno Vendemmiati, Felipe Franzoso, Ludovico Paganin, Mirco Corradin. Attaccanti: Niccolò Pianta, Nicola Bellemo, Mattia Corradin, Marco Sambo, Matteo Banin. Il vice di Zuccarin sarà Sauro Bellan, ex tecnico del Polesine Camerini.  Union Vis, una neopromossa con ambizioni. La cavalcata che ha portato alla vittoria dello scorso campionato di Seconda non ha smorzato le motivazioni degli uomini di mister Thomas Bonfante. Che anzi si presentano ai nastri di partenza con la voglia di rendersi ancora protagonisti. Una salvezza tranquilla è il minimo sindacale per l'Union Vis, che ha allestito una squadra pienamente all'altezza. Nonostante il campionato - anche se i lendinaresi potrebbero essere spediti nel girone veronese - si preannunci particolarmente insidioso ed equilibrato. Palla a terra, gioco sulle fasce e verticalizzazioni sono i dogmi che Bonfante proverà ad inculcare alla propria squadra. L'anno scorso è andata molto bene, quest'anno la matricola non vuole cedere di un millimetro. Questa la rosa dell'Union Vis 2018-19. Portieri: Marco Antonioli, Alberto Gusella. Difensori: Claudio Bellettato, Florind Xhani, Riccardo Zambello, Gianluca Vigna, Andrea Ghirello, Enrico Travaglini, Lorenzo Casna. Centrocampisti: Samuele Venturini, Enrico Prando, Cristiano Tabachin, Mattia Trambaiolo, Giovanni Roncoletta, Pietro Princi, Aiman El Bedraj. Attaccanti: Niccola Ferrati, Enrico Cestaro, Max Barros, Nico Mazzucco.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy