25/10/2021

BALLOTTAGGIO ADRIA

"Hanno vinto le promesse. Ma non sarà facile realizzarle"

"Hanno vinto le promesse. Ma non sarà facile realizzarle"

27/06/2018 - 08:44

A pochi giorni dal ballottaggio che ha visto le liste civiche di Omar Barbierato trionfare oltre ogni previsione, con l’incoronazione a primo cittadino del loro leader, ogni commento sembra superfluo. Con tutta probabilità ha prevalso la voglia di dare fiducia ad un gruppo di persone che si sono collocate al di fuori del sistema dei partiti, per come l’abbiamo conosciuto negli ultimi decenni. Ha prevalso, però, anche un diverso modo di fare politica, molto incentrato sull’uso dei social network, in grado di raggiungere molte più persone rispetto ai canali tradizionali dell’informazione. Entrambi questi motivi di fondo racchiudono però l’altra faccia della medaglia: molti aderenti alle liste civiche provengono comunque da esperienze in partiti politici, anche in qualità di candidati, appartenenze che vengono sottaciute durante la campagna elettorale per mera opportunità politica; emergono quasi esclusivamente nelle varie discussioni che si aprono sui social, e prevalentemente ad opera dei detrattori della compagine che si andrà a sfidare. Abbiamo visto scontrarsi al ballottaggio due visioni opposte di come si intende il governo di una città: da una parte il vincitore Barbierato, forte delle sue tre liste civiche e delle molteplici promesse di cambiamento inserite nel proprio programma elettorale, come per esempio la richiesta di un’eccellenza regionale per una specialità ospedaliera, e molto altro ancora. Dall’altra parte un candidato sindaco molto più pragmatico, poco propenso a fare promesse difficili da mantenere, con le idee chiare di chi ha alle spalle non un’esperienza politica in prima persona, ma di vita vissuta nel sociale e nel mondo del volontariato. Ha vinto la voglia di vedere realizzate tutte, o la maggior parte, delle promesse fatte. Realizzarle non sarà facile, soprattutto quelle che non saranno a costo zero per la collettività. I programmi quasi mai indicano quali voci del bilancio si utilizzeranno per coprirne i costi. Rimane però un dato politico chiaro, supportato dalle cifre e dai risultati finali del ballottaggio: le liste civiche di Barbierato hanno goduto dell’exploit finale grazie ai voti dei partiti di destra, si presume di FdI, Forza Adria, Lega. Pur non avendoli chiesti ufficialmente, ne hanno goduto. Ne deriva, di conseguenza, che l’importanza dei partiti tradizionali, così invisa alle liste civiche, rimane una certezza nei giochi politici che si sono appena conclusi.

Movimento Cinque Stelle Adria

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette