24/01/2022

L'ANNUNCIO A ROVIGO

Torna il calcio al Gabrielli. "E tornino le famiglie"

Entra il Boara Pisani, immutate le giovanili

14/06/2018 - 11:16

ROVIGO - "Far tornare grande il calcio a Rovigo". Questo lo scopo della manovra messa in atto con la creazione di una nuova società sportiva, arrivata al termine di un percorso complesso. Determinante l'ingresso del Boara Pisani, l'unica società che aveva un titolo sportivo spendibile per ripartire non dalla Terza categoria. Manovra illustrata dal sindaco Massimo Bergamin, nella mattinata di giovedì 14 giugno. "Abbiamo fiato, cuore, gambe e testa per vincere. Noi non ci arrendiamo mai". Ha detto il primo cittadino, illustrando il progetto. "Si riparte dalla prima categoria e si punta a fare bene, ma soprattutto a fare tornare le famiglie allo stadio. Noi vogliamo portare mamme, papà, bimbi, zii, zie, nonni nipoti. Vogliamo che Rovigo si innamori anche del calcio". Il tutto evidenziamo come nel settore giovanile ci sia una bellissima realtà con 100 ragazzi e bimbi iscritti. Ha quindi preso la parola l'assessore Andrea Bimbatti. "Le tre condizioni del progetto - ha proseguito - era che ci fosse una società solida e locale, la sostenibilità economica, che avesse tutta la trafila giovanile e che non fosse una terza categoria. Le ho sempre ribadite e reiterate.Il Gabrielli deve essere un punto di riferimento per tutta la città e per le famiglie". Poi, nomi importanti per la solidità economica della nuova società. "Entreranno - prosegue Bimbatti - Luca Reale, Malvi Cervati e Federico Dall'Aglio e nel direttivo entrerà anche Vani Patrese. Credo di avere rispettato tutte le condizioni di partenza. Il riferimento tecnico per il settore giovanile sarà Alessandro Rossi. Siamo fiduciosi possa cominciare un nuovo percorso per il Calcio Rovigo". Ha quindi preso la parola il presidente del settore giovanile del Rovigo  Antonio Cittante. "Il nostro obiettivo è fornire un percorso finale ai ragazzi che finiscono l'attività del settore giovanile. Adesso questo ciclo si è completato. Parte dai piccoli, arriva sino agli allievi, poi si potrà fare la juniores e la prima squadra. Il percorso è appena iniziato". "Da qualche anno sono tornato alla base - ha detto il tecnico Alessandro Rossi - Siamo riusciti a restituire il Gabrielli alla città. E' da qui che deve ripartire il volano, questo deve essere un posto dove stanno bene anche le famiglie. C'è ovviamente anche un aspetto sportivo. La società avrà una divisione seniores, con prima squradra e juniores, e la divisione giovanile, che si occuperà dai primi calci agli allievi". "Noi vogliamo - ha proseguito - ragazzi della nostra città che arrivino a giocare nella nostra città, con lo scudetto del Rovigo sul petto". Ha quindi preso la parola Giuseppe Calabria, presidente del Boara Pisani. "Oggi comicia per noi una nuova avventura - ha detto - Metto i miei 20 anni al Boara a servizio della città di Rovigo. Rovigo merita più di una prima categoria". Ancora da chiarire il nome ufficiale della società, che comunque conterrà il nome Rovigo. Non saranno comunque abbandonati gli impianti di Boara Pisani, che resterà un polo importante.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette