27/01/2022

TRIBUNALE ROVIGO

"Stuprata, poi presa a sputi dai parenti di lui"

Due condanne e una assoluzione

12/06/2018 - 20:30

ROVIGO - Non solo lo stupro, subito quanto era ancora minorenne, ma poi una vera e propria persecuzione messa in atto dai parenti del presunto responsabile della violenza sessuale. Un calvario subito da una ragazza residente in Altopolesine, di nazionalità marocchina, per il quale, a vario titolo e con differenti posizioni ipotizzate, è poi finita a processo una intera famiglia di vicini di casa, residenti come la vittima nelle case popolari. A mettere in atto la violenza sessuale, per la quale il procedimento penale è ancora pendente, in grado di Appello, sarebbe stato un giovane marocchino. Una volta che la ragazza trovò la forza di denunciare l'accaduto, dando quindi l'avvio al procedimento penale, per lei sarebbe cominciato il calvario. Messo in atto dal fratello del presunto violentatore, ma anche dalla madre e dai genitori di lui. L'ipotesi di reato, per tutti e tre i familiari, era quella di stalking, o atti persecutori che dir si voglia. L'accusa, in aula rappresentata dal pubblico ministero Alessia Pirani, contestava vari episodi. Come minacce, spintoni, ma anche sputi addosso alla giovane. Tanto che questa, a un certo punto, avrebbe anche sviluppato una sorte di complesso di colpa, visto che di quei comportamenti facevano le spese anche i genitori. "Forse - avrebbe in sostanza pensato - se non avessi denunciato i miei non avrebbero dovuto passare tutto questo". La vittima del presunto stupro, così come i genitori, erano assistiti, come parte civile, dall'avvocato Anna Barbara Guerzoni di Rovigo, mentre i tre imputati erano difesi dall'avvocato Mario Locas di Padova. Uscendo dalla camera di consiglio il giudice Silvia Varotto ha letto una sentenza di condanna del padre e del fratello a 15 e 12 mesi, sospesi, mentre la madre del presunto stupratore, non imputato in questo processo, è stata assolta. Disposti anche i risarcimenti: 7mila euro alla ragazza e 3500 euro a testa per i due genitori.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette