27/01/2022

PRETTY RUN ROVIGO

Corsa di beneficenza vietata agli uomini

La rabbia degli esclusi. Ma per l'organizzazione è tutto normale: "Anche nelle altre città la corsa rosa la fanno solo le donne"

Corsa di beneficenza vietata agli uomini

12/06/2018 - 19:05

ROVIGO - Un corsa che nasce per sensibilizzare la popolazione rispetto al tema della violenza sulle donne che a Rovigo, dopo due anni di edizioni con iscrizione aperta a tutti, quest'anno diventa aperta solo alle donne. E c'è a chi la scelta dell'organizzazione, non piace affatto. Parliamo della Pretty Run 2018 prevista per il 23 giugno organizzata dalla Corri per Rovigo, giunta alla sua terza edizione, ma con una novità: quest'anno l'iscrizione è aperta solo alle donne. Una corsa di beneficenza il cui ricavato andrà all'associazione italiana per la lotta alla sclerosi multipla, malattia che colpisce soprattutto il genere femminile. Ma la chiusura agli uomini della corsa trova diversi contrari. Tra questi un avvocato di Rovigo, Andrea Gioli iscritto alla Corri per Rovigo, che si è visto negare l'iscrizione alla Pretty Run. "Trovo la scelta dell'organizzazione davvero incomprensibile - spiega Gioli - Si tratta di una corsa non competitiva e di beneficenza. Perché negare l'iscrizione agli uomini? La corsa è nata per la sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e sono proprio gli uomini che dovrebbero prenderne coscienza infatti gli scorsi anni si correva tutti insieme. Non capisco il senso di questa discriminazione al contrario. Inoltre la Pretty Run era nel calendario delle tappe della Corri per Rovigo alla quale sono iscritto ma dopo le mie rimostranze è stata cancellata dal calendario ufficiale. Non trovo giusto questo divieto di iscrizione agli uomini soprattutto trattandosi di una corsa di beneficenza". Ma Marco Bonvento, tra gli organizzatori della corsa rosa spiega subito le motivazioni della scelta dell'organizzazione. "In tutte le altre città del veneto e non solo, la corsa rosa è aperta solo alle donne - spiega - abbiamo scelto, dopo due anni, di allinearci alle altre manifestazioni di questo stampo. Inoltre volevamo caratterizzare la corsa in modo che non fosse uguale a tutte le altre tappe della Corri per Rovigo e che attirasse anche partecipanti da fuori città. Non abbiamo discriminato nessuno, tra l'altro gli organizzatori sono quasi tutti uomini. Per quanto riguarda la questione del calendario e delle tappe previste per la Corri per Rovigo vorrei ricordare che anche se non è più presente la Pretty Run con l'iscrizione iniziale chiediamo solo 20 euro per offrire 16 tappe, una maglietta, l'assicurazione, ristoro per tutti in ogni tappa in programma, volontari per le strade e viabilità modificata. Mi sembra assolutamente un costo sostenibile per gli iscritti e la Pretty Run, anche gli scorsi anni era a parte visto che per partecipare si pagano 10 euro che andranno tutti in beneficenza. Se c'è qualcuno tra gli uomini che vuole assolutamente partecipare i volontari per le strade durante la corsa sono sempre ben accetti e possono tranquillamente versare una quota che andrà in beneficenza come i soldi delle iscrizioni".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette