24/01/2022

RUGBY ROVIGO

"Zambelli, non è certo colpa nostra se te ne vai"

Non si fa attendere la risposta della Monti Rugby Rovigo Junior all'ultimatum lanciato dal patron

"Zambelli, non è certo colpa nostra se te ne vai"

09/06/2018 - 16:30

ROVIGO - "Abbiamo appreso da Rovigoindiretta.it,  l'ultimatum del presidente della Femi Cz spa e consigliere della Rugby Rovigo Delta Francesco Zambelli, le condizioni imprescindibili per continuare a supportare la società. Leggiamo infatti con stupore quanto dichiarato e ci corre l'obbligo di mettere un punto fermo alla insostenibile situazione che ormai si protrae da più di un anno che sta investendo tutti i livelli del rugby rodigino". Non si fa attendere la risposta della Monti Rugby Rovigo Junior alle dichiarazioni di Francesco Zambelli, ex presidente della Rugby Rovigo Delta, deciso a ritirare anche la sponsorizzazione alla società (LEGGI ARTICOLO). "Abbiamo intrapreso con l'attuale presidente Rugby Rovigo Delta, Nicola Azzi, una proficua collaborazione che ha portato alla dichiarazione di società virtuosa della Rugby Rovigo Delta, deliberata con encomiabile sollecitudine da parte della Fir lo scorso marzo. In tale dichiarazione la Federazione sancisce senza ombra di smentita il ruolo della Monti Junior Rugby Rovigo quale società di filiera e naturale percorso di formazione dei futuri giocatori della Rugby Rovigo Delta. Inoltre, l'attuale clima positivo aveva portato a sviluppare un dialogo che si estendeva anche al percorso intrapreso con il Comune di Rovigo in merito alla convenzione per la gestione degli impianti e che trovava tutti i soggetti coinvolti in maniera propositiva e disponibile". "Il nostro stupore nell’apprendere le parole del signor Zambelli è amplificato anche dal fatto che, come consigliere della Rugby Rovigo Delta tutto ciò è sicuramente già di sua conoscenza, dovendosi pertanto considerare davvero fuori luogo il suo ultimo intervento. Riteniamo quindi che, in merito alla scelta aziendale di lasciare il mondo ovale, non si possa imputare nessuna responsabilità alla Monti dovendosi probabilmente cercare altrove le reali motivazioni. La Monti, pertanto, non senza rammarico, nell'eventualità di una prematura fine della sponsorizzazione di Femi Cz augura alla stessa le migliori fortune per le sue prossime iniziative imprenditoriali".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette