17/01/2022

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2018 PORTO TOLLE

Pizzoli (di nuovo) in corsa per il Comune: “Fiero di essere indipendente”

Intervista al candidato sindaco della lista civica #sicambia

Pizzoli (di nuovo) in corsa per il Comune: “Fiero di essere indipendente”

08/06/2018 - 21:16

PORTO TOLLE - Si era candidato a sindaco cinque anni fa, tra le polemiche causate dalla sua partecipazione alle primarie del Partito democratico all'esito delle quali si era opposto scendendo ugualmente in campo per sfidare alle urne il vincitore di quella competizione, l'attuale sindaco uscente Claudio Bellan. Oggi Roberto Pizzoli, dopo cinque anni all'opposizione in consiglio comunale, sfida di nuovo il rivale di allora, sempre Bellan. E lo fa sostenuto dalla lista civica #sicambia che ha raccolto l'appoggio di diversi gruppi politici oltre che di diversi civici. Lo abbiamo intervistato, ecco cosa ci ha detto. Come nasce la sua candidatura? La mia candidatura nasce grazie alla fiducia riposta in me da chi compone la lista, in primis Raffaele Crepaldi e Silvana Mantovani, che hanno condiviso il ruolo di opposizione con me in questi 5 anni, e alle forze politiche che mi sostengono, che in me hanno visto l'uomo prima del politico, da sempre integrato nel Paese. Quali sono le forze che la sostengono? La mia è una lista civica, con me e altri 12 componenti della lista senza tessera di partito, le forze politiche che ci sostengono e che ringrazio sono la Lega, Forza Italia, Partito socialista, Gruppo indipendenti Porto Tolle e Polesine. A livello politico nazionale qual è il tuo riferimento? La mia storia politica non la nascondo e non la rinnego ma oggi sono fiero di essere indipendente. Quali sono le due priorità per Porto Tolle? Le priorità per Porto Tolle sono la vera valorizzazione e l'impegno strutturale e programmato per la pesca, l'agricoltura ed il turismo; la seconda è puntare sui giovani, scuola e cultura che sono fondamentali. Cosa va e cosa non va a Porto Tolle? Per quanto riguarda quello che non va, non abbiamo servizi a sufficienza soprattutto nelle frazioni, manca una programmazione turistica e una visione per il futuro. Le cose che invece vanno, possiamo dire senza dubbio che abbiamo un comparto della pesca produttivo che da lavoro ad oltre 1.500 persone e una qualità di vita apprezzabile.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette