17/01/2022

DELTABLUES FESTIVAL

Torna la magia: triplo appuntamento

Due giorni a Loreo

Torna la magia: triplo appuntamento

06/06/2018 - 12:30

LOREO - Seconda tappa per il Deltablues festival 2018 che si sposta a Loreo, il primo degli otto comuni polesani che hanno aderito al programma di questa trentunesima edizione.  A Loreo, in piazza Madonnina alle 21,30 venerdì 8 giugno si esibisce Daniele Tenca & The Blues For The Working Class Band, mentre sabato 9 giugno stesso posto ma con gruppi diversi.  Alle 19 spazio alle note del duo Cek & Habbot, mentre alle 21,30 si esibiranno   Willy Mazzer & the Headhunters feat Tolo Marton. Il secondo appuntamento del Deltablues a Loreo è inserito all’interno della prima festa della birra artigianale “Birrammano”. Venerdì 8 giugno, Loreo Piazza Madonnina 21,30 Daniele Tenca oltre ad essere un preparatissimo e originale musicista, utilizza la musica per diffondere un messaggio, positivo e di speranza ma, allo stesso tempo, duro contro le violenze e le ingiustizie. E sul palco, assieme ai suoi fidati “The Blues For The Working Class Band”, fa capire cosa significhi veramente far musica, soprattutto in un momento come quello attuale. Tutto ciò lo ha portato ad essere al fianco del grandissimo Bruce Springsteen sul palco del Paramount Theatre di Asbury Park nella serata finale del Light Of Day Winterfest assieme ad altre importanti icone del “rock stelle e strisce” come Willie Nile, James Maddock, Garland Jeffreys e Joe Grushecky nello scorso mese di Gennaio 2015. Solo questo potrebbe bastare per presentare questo sorridente, solare ragazzo milanese che certamente non perde tempo a vantarsi di tutto quello che ha fatto ma, invece, continua ad andare avanti in una continua ricerca nel panorama musicale. Con lui una band stellare composta dalle magnifiche chitarre di Leo Ghiringhelli ed Heggy Vezzano capaci di ricamare e scambiarsi assolo mentre il band leader con la sua chitarra impartisce lezioni da navigato folk singer, il tutto sorretto da una sezione ritmica composta dalla batteria di Tony Rotta e dal basso di Luca Tonani che imprimono al suono la giusta forza per poterlo definire Rock. Ma, ovviamente, l’anima blues di Daniele Tenca emerge in tutta la sua vera essenza comunicativa, perché questo è il vero ruolo del blues nella storia. Daniele ne fa un fatto di principio e lo spettacolo decolla perché non è una band di mestieranti quella che ci troviamo di fronte quando assistiamo ad un loro concerto o mentre ascoltiamo uno dei dischi prodotti sui quali emerge il bellissimo Wake Up Nation, considerato dagli addetti ai lavori uno dei più riusciti prodotti del 2013 e nel quale tormento e tenore combattivo creano quello che può essere definito, non a torto, blues del ventunesimo secolo. Tanta strada percorsa e tanti palchi calpestati in Italia e all’estero dove ha sempre dimostrato di essere un musicista che sa farsi amare, come nell’esperienza di Beale Street, in quella Memphis (Tennessee) capitale indiscussa della musica – e non solo blues – quando ha rappresentato l’Italia durante l’International Blues Challenge, in un freddo Gennaio del 2011. Questo è Daniele Tenca con le sue molteplici facce e proposte musicali che vanno dall’esibizione solitaria alla full band, sia in acustico che in elettrico dove, però, è sempre la sua musica ad uscirne vincitrice. Il 2016 ha visto Daniele Tenca protagonista con un nuovo prodotto discografico intitolato “Love Is The Only Law” che si avvale della co-produzione artistica di Guy Davis (assieme allo stesso Tenca e ad Antonio “Cooper” Cupertino), e pubblicato grazie all’etichetta indipendente Route 61 Music. Questo disco, dove l’artista analizza meglio se stesso, ha avuto un grande successo, testimoniato dal sempre grande calore ricevuto dal pubblico durante gli infuocati live show. Sabato 9 giugno, Loreo Piazza Madonnina ore 19 Cek & Habbot Blues Duo nasce dalla collaborazione tra Andrea “Cek” Franceschetti (chitarra, batteria e voce) e Luk Habbott (armonica e voce).  Cek, che ha all’inizio di quest’anno pubblicato il Cd “Blues Tricks” da “One man band”, propone ancor meglio in duo un blues “sporco e sdrucito” del Sud degli State tra il Delta e New Orleans suonato con estrema naturalezza e disinvoltura. Un repertorio che alterna grandi brani che hanno fatto la storia del blues rivisitati, tra i quali lo standard ‘44 Blues’ nella versione di Howlin’ Wolf, ‘The Soul Of A Man’ di Blind Willie Johnson, ‘Mardi Gras in New Orleans’ di Professor Longhair e composizioni originali, tutti pezzi realizzati con la “national” o in alternativa la” resofonica” per i brani elettrici.   Sabato 9 giugno, Loreo Piazza Madonnina ore 21.30 Willy Mazzer & the Headhunters feat Tolo Marton. “Un viaggio, un percorso che attraversa atmosfere e stili diversi, ma che mantiene un file rouge con interpretazioni a volte energiche ed altre più delicate e struggenti, tipiche di un’anima bluesy che accomuna i componenti del gruppo”. Gli Headhunters raccontano emozioni utilizzando le chiavi di lettura del blues, ma sono aperti alle contaminazioni e alle innovazioni, verso una ricerca di stile e personalità propria. La Band nasce nel 1992 e, pur cambiando negli anni alcuni componenti, lo spirito è rimasto lo stesso tra arrangiamenti e riletture di classici ma anche proponendo brani propri. Un repertorio che spazia tra grandi del Blues quali Muddy Waters, John Lee Hooker e Sonny Boy Williamson, fino ai Faboulous Thunderbirds, Tom Waits, Los Lobos con influenze anni cinquanta e sessanta quali Booker T and MG, Bar–Keys, swing, surf e più attuali come il chill-out. Gruppo storico di solidi bluesman immergono lo spettatore in atmosfere classiche, ma reinterpretate con rara maestria. Il tutto legato dai fili argentati della magica armonica a bocca di Willy Mazzer.Con loro il chitarrista trevigiano Tolo Marton, uno degli artefici della musica dal vivo nella scena italiana e internazionale, che vanta di una carriera più che trentennale nell'ambito della musica di ispirazione anglo-americana: vincitore negli Usa del Premio Jimy Hendrix. Per la sua composizione Alpine Valley e l’interpretazione di Red house, è stato premiato nel ’98 in America dal padre di Jimi Hendrix. E' stato richiesto per suonare con Jack Bruce e Ginger Baker, due dei tre leggendari componenti dei Cream. Nel marzo 2002 inizia la collaborazione con il leggendario batterista dei Deep Purple Ian Paice ed il tastierista, sempre dei Deep Purple, Don Airey. La sua particolarissima versione di “All along the watchtower” è stata scelta per essere inclusa in una compilation di artisti internazionali curata dalla BMG di brani di Bob Dylan, uscita nel 2003. Nel 2009 esce il doppio CD “REPRINTS”, ovvero le ristampe dei primi 3 vinili di Tolo. Nell’autunno 2010 Marton si ricongiunge per attività concertistica con Aldo Tagliapietra e Tony Pagliuca (ex-componenti storici delle Orme, gruppo Prog con cui aveva inciso l’Album “Smogmagica” a Los Angeles nel ‘75), per una breve reunion che li vede suonare al ProgExhibition a Roma. Nel 2012 Tolo inizia una collaborazione anche con Roger Glover, il grande bassista dei Deep Purple, con il quale suona in concerto in teatro a Mestre, con grandissimo successo. Nella primavera del 2015 Tolo torna a Austin (Texas) per un nuovo tour. Durante la sua permanenza viene invitato a suonare e registrare con Bobby Whitlock, il tastierista e compositore dei leggendari Derek and the Dominos, di cui facevano parte Eric Clapton e Duan Almann. Il genere musicale di Marton si potrebbe definire “Classic Rock”, quella musica che verso la fine degli anni Sessanta rivoluzionò la scena musicale, e che continua ad essere apprezzata e suonata anche dalle nuove generazioni di musicisti. Ma il repertorio si basa su brani originali, dove si rincorrono linguaggi rock, blues, country, psichedelia. Deltablues è organizzato da Ente Rovigo Festival con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di Padova e Rovigo. Supportano la manifestazione anche Regione Veneto e Provincia di Rovigo con Reteventi, al conservatorio statale Venezze di Rovigo, i Comuni ospiti Rovigo, Porto Tolle, Taglio di Po, Loreo, Rosolina Mare, Arquà Polesine, Lendinara, Occhiobello, i main sponsor Asm Set, Coop Alleanza 3.0.    

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette