27/01/2022

VERSO IL VOTO

'Outlet diffuso' e meno limitazioni ai locali, Furlanetto: "Così si ravviva il centro"

La ricetta per il commercio e l'intrattenimento in città della candidata sindaco di Fdi e Forza Adria

'Outlet diffuso' e meno limitazioni ai locali, Furlanetto: "Così si ravviva il centro"

06/06/2018 - 17:40

ADRIA - "Il commercio adriese deve ritornare ad essere risorsa viva, cuore pulsante del centro storico e della città tutta. Negozi e botteghe vanno supportate con operazioni concrete, mirate ad un rilancio che pensi ai problemi di costi, decoro, logistica". Così la candidata sindaco di Fratelli d'Italia e Forza Adria Giorgia Furlanetto lancia le proprie proposte per il commercio adriese che, secondo le sue parole, rappresenta "una caratteristica imprescindibile di Adria". È per questo, spiega un comunicato, che la lista Fratelli d'Italia - Forza Adria intende supportare con impegno le iniziative in favore di questo importante settore. "Sulla scia di altre realtà italiane, in cui questo progetto già ha preso piede e ha visto un concreto rilancio dei centri storici - aggiunge – il progetto dell’outlet diffuso può diventare realtà anche nella nostra città. Un accordo tra importanti brand, operatori del settore, associazione di categoria e proprietari dei negozi sfitti è possibile pensare ad un centro commerciale all’aperto, che permetta di dar linfa ad un corso pedonale oggi semideserto. In altre città questo progetto è diventato realtà". Per quanto concerne i locali da intrattenimento, la candidata sindaco intende operare una completa e immediata rivisitazione delle restrizioni che limitano le possibilità di intrattenimento dei locali, al fine di favorire un rilancio reale della vivacità della città. "Ad oggi - spiega - i locali subiscono delle limitazioni per quanto riguarda la possibilità di fare eventi musicali. I locali sono i primi centri di aggregazione, la vivacità della città dipende soprattutto da loro. Adria può e deve diventare attrattiva non solo nei venerdì d’estate, ma anche in tutti gli altri periodi dell’anno, attraverso eventi di qualità”. Per far ripartire il centro bisogna pensare prima di tutto ad abbassare le tasse di competenza comunale ai locali, negozi e botteghe. Abbiamo inoltre previsto una defiscalizzazione delle imposte comunali a quelle attività che subiscono disagi a causa delle lungaggini dei cantieri. Infine è necessario intervenire immediatamente ad un'opera di semplificazione amministrativa. Chi fa impresa e attività non può subire ritardi a causa della lentezza nelle risposte della pubblica amministrazione. E’ importante che gli uffici si attivino fin da subito, attraverso la riorganizzazione del personale, per garantire uno sportello in grado di dare risposte veloci alle attività e alle imprese, oltre che fornire informazioni su bandi, contributi e finanziamenti europei”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette