25/01/2022

CALCIO SERIE D

Adriese, capitan Ballarin torna alla Clodiense

Dopo mister Mattiazzi anche il difensore lagunare se ne va in direzione Chioggia

Adriese, capitan Ballarin torna alla Clodiense

04/06/2018 - 21:15

ADRIA - L'Adriese perde l'anima della sua componente chioggiotta. Capitan Alberto Ballarin, 33 anni, ha deciso di lasciare il club granata e tornare alla Clodiense, la squadra di Chioggia, la sua città. Una decisione sofferta, maturata a causa del mancato accordo economico tra il difensore e il presidente Luciano Scantamburlo. Le richieste di Ballarin, infatti, non sono state accolte dalla proprietà, che ha spinto il capitano ad ammainare la bandiera dopo quattro stagioni in granata. Campionati pieni di soddisfazioni, chiusi con la conquista dello storico traguardo dei playoff di D. Nei tre anni precedenti Ballarin ha ottenuto con l'Adriese una vittoria del campionato di Eccellenza, la finale nazionale playoff l'anno prima e, nel 2016-17, una clamorosa salvezza in Serie D. Risultati di prestigio, che vanno ad aggiungersi ad una carriera contraddistinta dai 10 anni in Laguna (tra Unione Chioggia-Sottomarina e Clodiense), alla stagione al Marano e alla Primavera del Genoa ad inizio carriera. Non ultima nel 2017 la conquista della fascia da capitano dell'Adriese. Il centrale difensivo seguirà alla Clodiense l'ex tecnico granata, anch'esso chioggiotto purosangue, Gianluca Mattiazzi, ufficializzato dal club lagunare pochi giorni fa. Probabile che il controesodo da Adria a Chioggia, orchestrato proprio da Mattiazzi, non finisca qui: anche il centrocampista Stefano Bellemo, altro chioggiotto, non dovrebbe essere riconfermato in granata e probabilmente tornerà alla casa madre. Resteranno sicuramente nella rosa allenata da Michele Florindo i chioggiotti Boscolo Berto e Pagan. Contrapposti ma combacianti gli obiettivi di mercato dei presidenti delle due società, Ivano Boscolo Bielo e Luciano Scantamburlo. Il patron chioggiotto vuole ingaggiare quanti più lagunari possibili, tra vecchie glorie e nuovi arrivi, per ricreare entusiasmo attorno al suo progetto e attirare più pubblico allo stadio. Mentre il collega granata ha deciso di ringiovanire la rosa e alleggerire il peso della vecchia guardia all'interno dello spogliatoio. Anche se questo significherà privarsi di due giocatori, Ballarin e Bellemo, che nonostante non siano più giovanissimi hanno dimostrato di garantire un rendimento di sicuro affidamento. Una cosa è sicura: nei prossimi derby tra l'Adriese e la Clodiense degli ex dal dente avvelenato ne vedremo delle belle.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette