18/01/2022

CALCIO SERIE C

Maistro, un'amara retrocessione

Il talento di Porto Tolle sabato è sceso in D col suo Gavorrano. Ma agli altri Polesani di C è andata meglio

Maistro, un'amara retrocessione

29/05/2018 - 11:48

ROVIGO - Una delusione cocente, sinonimo di retrocessione. Ma anche l'approdo ai playoff, che ha arricchito stagioni già di per se positive. Sono tre i polesani che militano nei campionati professionistici, in Serie C: Alessandro Albertini, Pietro Menegatti e Fabio Maistro. I primi due - di stanza in Puglia, alla Virtus Francavilla e Monopoli - hanno concluso nelle scorse settimane un'annata soddisfacente, seppur per motivi diversi. Mentre Maistro sabato ha dovuto assaggiare il sapore amaro della retrocessione. Il suo Gavorrano infatti, nel ritorno dei playout, non è andato oltre lo 0-0 in casa contro il Cuneo, senza riuscire a ribaltare l'1-0 subito all'andata. A Fabio - 20enne centrocampista ex Fiorentina, figlio di Lorenzo 'Lobe' Maistro, grande calciatore polesano in Eccellenza e Serie D, ora allenatore nelle giovanili del Porto Tolle - il tecnico dei grossetani Gianluca Favarin ha lasciato solo l'ultima mezz'ora della sfida. Il voto che gli ha affibiato la Gazzetta, un 5,5, è lo specchio di una stagione complicata per il promettente portotollese, conclusa con una retrocessione in D. Svincolato fino a gennaio, Maistro è stato ingaggiato dal Gavorrano nel mercato di riparazione. Otto le presenze collezionate in campionato. La Toscana, del resto, era già entrata nel suo destino: Maistro infatti ha svolto alcuni anni nel settore giovanile nella Fiorentina, dove fino a un anno fa era un punto di forza della Primavera. Tanto che l'ex tecnico viola Paulo Sousa, suo mentore, lo aveva più volte convocato con la prima squadra, facendolo sedere in panchina. Anche se il debutto in Serie A non è mai arrivato. Tuttavia i Della Valle, nella rivoluzione estiva dell'estate 2017, a fine stagione lo hanno svincolato. E per Fabio, nonostante le ottime credenziali, è cominciato un lungo peregrinare alla ricerca di un club professionistico. Nello scorso autunno volò addirittura in Portogallo, dove il Porto lo aspettava per un provino. Andò bene, ma non abbastanza per un ingaggio. Ora l'obiettivo di Maistro sarà trovare un'altra squadra nei professionisti. Per farsi le ossa e consacrare finalmente il suo talento. Albertini e Menegatti, invece, hanno vissuto mesi migliori. L'esterno di Bottrighe - titolare nel Francavilla, con cui ha rinnovato il contratto fino al 2020 - si è spinto fino al secondo turno playoff. Fatale l'eliminazione per mano della Juve Stabia. Ma nel primo turno Albertini aveva estromesso il Monopoli del portiere di Ariano Polesine. Che tuttavia si è consolato con l'ingaggio tra le file dei pugliesi, arrivato addirittura a fine marzo. E a Monopoli Menegatti potrebbe pure restarci.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette