27/01/2022

IL PROGETTO DELLA SCUOLA

Parco Perla per i ragazzi e la legalità

Entusiasta l'amministrazione comunale

Parco Perla per i ragazzi e la legalità

24/05/2018 - 18:30

TAGLIO DI PO - Le classi 1B e 1C della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo di Taglio di Po, coordinate dal docente Denis Marangon, hanno presentato all’amministrazione comunale il progetto “Sentinelle della Legalità”, su proposta della Fondazione Antonino Caponnetto, fondazione che si impegna a livello nazionale a promuovere all’interno delle scuole la cultura della legalità. Gli studenti hanno proposto nello specifico la riqualificazione del Parco Perla (fronte parco giochi) dove è ubicato il calcetto da calcio. La proposta è stata accolta dall’amministrazione comunale, la quale ha provveduto ad una prima manutenzione dello stesso con l’impegno di proseguire in futuro ad ulteriori interventi per migliorare l’area, affinché possa divenire maggiormente fruibile da parte dei giovani tagliolesi. Sabato 26 maggio dalle ore 15 la presentazione del progetto da parte degli studenti i quali hanno scelto di intitolarla “Parco della Legalità Antonino Caponnetto”. Si provvederà tutti insieme alla pulizia del parco e si procederà quindi ufficialmente alla sua intitolazione. Nel progetto di riqualificazione è stata coinvolta l’associazione di volontariato Auser Taglio di Po – peraltro già partner del progetto della Fondazione Caponnetto a livello regionale – la quale sin da subito si è mostrata interessata al progetto e disponibile a sostenere anche economicamente il progetto, con la donazione dei tavoli e panchine per l’allestimento dell’area pic nic. Per l’assessore alla Aultura ed istruzione Veronica Pasetto “L’amministrazione è stata ben felice di accogliere questo progetto che viene da un sentire e un bisogno dei ragazzi di avere un proprio spazio di ritrovo e di gioco e che si basa su valori fondanti il nostro vivere civile, quelli della legalità, giustizia, solidarietà. Sabato sarà un momento importante per tutta la nostra comunità, che invito a partecipare a questa iniziativa di cittadinanza attiva". "Pulire il parco diventa l’occasione per trasmettere a giovani e adulti il messaggio che i beni pubblici appartengono a ciascuno di noi e ne dobbiamo avere cura. Essere cittadini attivi significa partecipare alla vita sociale del proprio paese, sentirsi responsabili di ciò che vi accade, di dare qualcosa nella comunità in cui si vive, un percorso di crescita imprescindibile per i giovani di oggi”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette